Martedì 18 Dicembre 2018 | 11:38

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 

Ministro Difesa Trenta, Nato sia più flessibile, inizi a guardare anche a Sud

Ministro Difesa Trenta, Nato sia più flessibile, inizi a guardare anche a Sud

BRUXELLES - Chiediamo una Nato "più versatile e flessibile" che "non guardi solo ad est, ma inizi a guardare anche a Sud". Lo ha detto il ministro della Difesa Elisabetta Trenta oggi alla seconda giornata della ministeriale Nato a Bruxelles sulla scia dell'intervento di ieri. Lo riferiscono fonti vicine al ministro.

 

La ministra della Difesa Elisabetta Trenta a margine della ministeriale Nato ha incontrato l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini. Al centro dei colloqui, tra le altre cose, il supporto dell'Italia alla firma di una nuova Joint Declaration per "migliorare la complementarietà Nato-Ue" e la mobilità militare. 

 

"La Difesa europea - ha aggiunto il ministro - non è in contrasto con il ruolo della Nato, bensì rinforza il ruolo di questa nella sicurezza e nella difesa collettiva". Sul progetto della mobilità militare, che prevede il rafforzamento della rete europea di trasporto, il ministro Trenta ha espresso "grande favore", in particolare per quel che riguarda il corridoio Scandinavo-Mediterraneo, di cui "beneficerebbe anche l'Italia". In relazione ai rapporti Nato/Ue il ministro ha invece chiesto alla ministeriale "un rafforzamento della cooperazione".

Serve "un approccio strategico condiviso a tutte le crisi", ha aggiunto. "Bisogna evitare duplicazioni" e dunque "più sinergia attraverso l'adozione di procedure comuni nell'interesse dei cittadini e della loro sicurezza".

 

"L'Italia c'è, in ambito Nato, Onu e Ue" - Ha detto il ministro della Difesa Elisabetta al working dinner di ieri sera, dove ha assicurato un cospicuo impegno dell'Italia nel contrasto al terrorismo attraverso attività di proiezione di stabilità, specie nel Mediterraneo, in Nord Africa e in Medio Oriente. 

 

"A luglio ho intenzione di firmare una nuova dichiarazione congiunta con il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk e il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker" con l'obiettivo di "continuare ad affrontare le pressanti sfide alla sicurezza". Così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400