Lunedì 10 Dicembre 2018 | 09:10

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Migranti: Europarlamento, delude esito riunione ministri Ue su Dublino

Migranti: Europarlamento, delude esito riunione ministri Ue su Dublino

BRUXELLES - "Sono profondamente delusa dai documenti prodotti dal Consiglio Affari interni sul regolamento di Dublino e la riforma del Sistema europeo comune di asilo". Così in una nota la relatrice del Parlamento Ue sul dossier, la liberale svedese Cecilia Wikstroem. "Il tempo sta per scadere se vogliamo trovare una soluzione sul regolamento di Dublino entro questo mandato, e i cittadini si aspettano risultati", attacca l'eurodeputata. "Per il Consiglio, il summit di giugno sarà l'ultima occasione utile per trovare un accordo sull'inizio del negoziato con il Parlamento europeo durante questo mandato - aggiunge Wikstroem -, spero che i governi Ue abbiano la volontà di mettere da parte le divergenze". "Sono convinta che con questi negoziati potremo trovare dei modi per andare avanti e permettere la creazione di un sistema per l'asilo funzionante con un supporto adeguato per gli Stati in prima linea, responsabilità condivise e una corretta gestione delle frontiere esterne", conclude l'europarlamentare, altrimenti "rimarremo a mani vuote, con l'attuale fallimentare sistema d'asilo e nessuna risposta per i cittadini".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400