Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 17:08

NEWS DALLA SEZIONE

Plastica: c'è l'accordo Ue, restrizioni su monouso dal 2021

Plastica: c'è l'accordo Ue, restrizioni su monouso dal 2021

 
Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 

Migranti: illegittimo bloccarli senza ok Paese Ue provenienza

Migranti: illegittimo bloccarli senza ok Paese Ue provenienza

BRUXELLES - Un richiedente asilo che si sposti sul territorio europeo non può essere respinto verso il Paese nel quale ha fatto domanda di protezione internazionale se non con il consenso di quest'ultimo. Lo ha stabilito la Corte europea di giustizia, con una sentenza nella quale prende in esame il caso dell'iracheno Adil Hassan.

 

Dopo aver fatto domanda di protezione internazionale in Germania, Hassan si era spostato in Francia. Lì era stato fermato dalle autorità, che avevano fatto richiesta alla Germania di riprenderlo in carico, disponendo però anche il suo trasferimento verso la Germania senza attendere una risposta da Berlino. Lui ha fatto ricorso in Francia sulla base del regolamento di Dublino III.

 

Con la sentenza di oggi, la Corte ha stabilito che "dalla genesi e dall'obiettivo del regolamento Dublino III emerge con chiarezza che una decisione di trasferimento può essere adottata e notificata all'interessato solo dopo che lo Stato membro richiesto abbia, implicitamente o esplicitamente, accettato di riprendere in carico tale persona".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400