Sabato 15 Dicembre 2018 | 21:59

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Dazi: Ue, su acciaio ingiustificati, su auto inverosimili

Dazi: Ue, su acciaio ingiustificati, su auto inverosimili

BRUXELLES - "Crediamo che non ci siano giustificazioni per invocare l'articolo 232 per ragioni di sicurezza nazionale per acciaio e alluminio, invocarlo per le auto sarebbe ancora più inverosimile". Così il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas sull'annuncio del presidente Usa Donald Trump di un'indagine sulle importazioni di auto e eventuali dazi del 25%. "E' molto difficile da capire", ha affermato poi il vicepresidente della Commissione Ue Jyrki Katainen, ricordando che dazi simili "sono contrari al Wto".

 

"Se gli Stati Uniti aumentassero in modo unilaterale le tariffe doganali sulle auto, sarebbe ovviamente contrario alle regole del Wto", ha affermato Katainen, sottolineando che "è molto difficile immaginare che" le importazioni di veicoli negli Usa "costituiscano una minaccia di qualche tipo alla sicurezza nazionale americana".

 

Intanto, ha riferito il portavoce della Commissione Ue, "le nostre discussioni con gli Usa sui dazi sono corso", con la scadenza del primo giugno che si avvicina sempre più. "Non ci aspettiamo" che la nuova minaccia di dazi sulle auto "complichi ulteriormente la soluzione" ai nodi commerciali aperti tra Ue e Usa, ha quindi assicurato Katainen. "Se gli Usa lasciano cadere i dazi su acciaio e alluminio, come ha detto il presidente Juncker", ha infine ricordato il portavoce della Commissione, "siamo pronti a impegnarci ulteriori discussioni su questioni commerciali di interesse comune tra cui aumentare l'accesso ad alcuni prodotti industriali incluse le auto e la liberalizzazione degli appalti pubblici".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400