Mercoledì 14 Novembre 2018 | 07:25

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Tria invia a Ue lettera su manovra

Tria invia a Ue lettera su manovra

 
TOKYO
Borsa Tokyo apre poco variata (+0,16%)

Borsa Tokyo apre poco variata (+0,16%)

 
ROMA
Petrolio chiude a 55,67 dollari (-7,1%)

Petrolio chiude a 55,67 dollari (-7,1%)

 
MILANO
A Piazza Affari tiene Tim, crolla Carige

A Piazza Affari tiene Tim, crolla Carige

 
AOSTA
Concordato preventivo a Casinò S.Vincent

Concordato preventivo a Casinò S.Vincent

 
MILANO
Le Borse europee chiudono in rialzo

Le Borse europee chiudono in rialzo

 
ROMA
Spread chiude stabile a 303 punti base

Spread chiude stabile a 303 punti base

 
MILANO
Utile Mediaset tiene, ok terzo trimestre

Utile Mediaset tiene, ok terzo trimestre

 
MILANO
Borsa Milano chiude in rialzo dello 0,9%

Borsa Milano chiude in rialzo dello 0,9%

 
ROMA
Fmi: misure incerte con spread alto

Fmi: misure incerte con spread alto

 
STRASBURGO
Merkel, ogni Paese Ue sia responsabile

Merkel, ogni Paese Ue sia responsabile

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

MILANO

In aziende familiari occupazione +20%

Redditività più alta delle altre,quelle quotate sono più longeve

In aziende familiari occupazione +20%

MILANO, 6 DIC - L'occupazione nelle aziende familiari è cresciuta del 20,1% negli ultimi sei anni. Seguono le cooperative e consorzi (+14,4%), le filiali di imprese estere (+5,7%). E' quanto emerge dalla nona edizione dell'osservatorio Aub, che analizza i risultati di performance economico-finanziarie delle aziende familiari italiane, presentato a Milano. Le imprese familiari fanno registrare una redditività più alta rispetto alle altre (Roi del 2016 al 9,1% contro il 7,9% delle altre) e hanno un rapporto di indebitamento più basso. Due sottoinsiemi performanti sono quelli delle familiari quotate e di quelle che superano i 500 mln di euro di fatturato (le Over 500). Le imprese familiari quotate sono più grandi della media (il 45% ha un fatturato superiore ai 250 mln di euro, contro il 7% delle non quotate), più longeve (il 28% ha più di 50 anni), sono cresciute del 20% rispetto altre negli ultimi 10 anni e sono più propense ad acquisizioni (76,9%), investimenti diretti esteri (88%) e ad esportare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400