Martedì 22 Gennaio 2019 | 19:50

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Spread chiude stabile a 250 punti

Spread chiude stabile a 250 punti

 
MILANO
Borsa: Milano chiude a -1,03%

Borsa: Milano chiude a -1,03%

 
ROMA
Petrolio: ancora giù, Wti sotto 52 dlr

Petrolio: ancora giù, Wti sotto 52 dlr

 
MILANO
Cimbri esclude fusione Mps-Bper-Unipol

Cimbri esclude fusione Mps-Bper-Unipol

 
MILANO
Messina, in Italia Npl sotto controllo

Messina, in Italia Npl sotto controllo

 
MILANO
Lidl: punta su Italia 350 milioni

Lidl: punta su Italia 350 milioni

 
ROMA
Sciopero benzinai il 6 febbraio

Sciopero benzinai il 6 febbraio

 
ROMA
Wall Street peggiora, Dow Jones -0,9%

Wall Street peggiora, Dow Jones -0,9%

 
ROMA
Wall Street apre in calo,Dow Jones -0,7%

Wall Street apre in calo,Dow Jones -0,7%

 
ROMA
Petrolio: a NY apre in calo a 52,6 dlr

Petrolio: a NY apre in calo a 52,6 dlr

 
ROMA
Bankitalia:calo prestiti alle imprese

Bankitalia:calo prestiti alle imprese

 

Investimenti a Matera, chiusure a Potenza

Due aree industriali, due storie: la Foodinvest di Teramo che sonda le opportunità di aprire nel Materano e Zucchi-Bassetti che vuole licenziare nel Potentino
FOODINVEST PENSA A NUOVI INVESTIMENTI A MATERA
La Foodinvest di Teramo dell' imprenditore Aristide Malavolta, che avviato nell' area industriale di Jesce (Matera) un Centro studi e ricerca sugli alimenti, si è detto disponibile a valutare la possibilità di nuovi investimenti nella provincia lucana. Lo ha annunciato in una nota la Camera di commercio di Matera.
L'imprenditore, è scritto nella nota «ha chiesto di conoscere le opportunità che il territorio è in grado di offrire per migliorare le proprie produzioni industriali». «Nei prossimi giorni - ha detto il presidente della Camera di commercio Domenico Bronzino - incontrerò Malavolta per fornire tutte le informazioni necessarie a favorire investimenti sul nostro territorio».

ZUCCHI-BASSETTI: ANCORA IN CORSO INCONTRO A MILANO
E' ancora in corso all'Assindustria di Milano l'incontro tra i vertici del gruppo tessile Zucchi-Bassetti e i sindacati di categoria sul piano industriale presentato dall' azienda, che prevedere fra l' altro la chiusura dello stabilimento Standardtela di Sant'Angelo Le Fratte (Potenza).
Il vicepresidente del gruppo, Franco Todisco, ha motivato la chiusura con il fatto che i filati non fanno più parte del core business del gruppo, a causa della concorrenza dei paesi asiatici. Nello stabilimento lucano lavorano 121 persone.
I sindacati chiedono l'intervento nella vertenza dei governi nazionale e regionale. La stessa richiesta è stata avanzata oggi in consiglio regionale della Basilicata da un ordine del giorno presentato dal consigliere della Margherita Roberto Falotico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400