Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 10:13

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,11%)

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,11%)

 
ROMA
Oro: prezzo stabile a 1.566 dollari

Oro: prezzo stabile a 1.566 dollari

 
ROMA
Petrolio: Wti sale a 54,20 dollari

Petrolio: Wti sale a 54,20 dollari

 
ROMA
Cambi: euro in calo a 1,1009 dollari

Cambi: euro in calo a 1,1009 dollari

 
MILANO
Borsa: Asia recupera ma giù Hong Kong

Borsa: Asia recupera ma giù Hong Kong

 
ROMA
Profumo, piano Leonardo supera promesse

Profumo, piano Leonardo supera promesse

 
PARIGI
De Meo nuovo direttore generale Renault

De Meo nuovo direttore generale Renault

 
MILANO
Borsa: Milano chiude in rialzo del 2,6%

Borsa: Milano chiude in rialzo del 2,6%

 
MILANO
Leasing: 2019 in calo, quest'anno tiene

Leasing: 2019 in calo, quest'anno tiene

 
MILANO
Borsa:Europa migliora,sale ancora Milano

Borsa:Europa migliora,sale ancora Milano

 
ROMA
Bce:Enria,da noi nessun ostacolo fusioni

Bce:Enria,da noi nessun ostacolo fusioni

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Mefli a porte chiuse

Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Mefli a porte chiuse

 
TarantoImmigrazione
Taranto, sbarcate 403 persone dalla «Ocean Viking»

Taranto, sbarcate 403 persone dalla «Ocean Viking»

 
FoggiaNel Foggiano
S. Nicandro Garganico, sequestrati 12 chili di marijuana e fucili: due in manette

S. Nicandro Garganico, sequestrati 12 chili di marijuana e fucili: due in manette

 
Brindisil'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

 
BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

L'Ue «sdogana» il tessile cinese

I Venticinque hanno approvato le proposte presentate dalla Comissione per sbloccare i prodotti tessili «made in China» fermi da settimane nei porti europei
BRUXELLES - I paesi dell'Ue hanno oggi chiuso quella che, sul fronte del commercio internazionale, è stata la crisi europea più lacerante degli ultimi anni: i Venticinque hanno approvato le proposte presentate dalla Comissione per sbloccare i prodotti tessili cinesi fermi da settimane nei porti Ue.
Al termine di un'ennesima riunione, gli stati membri hanno dato il disco verde definitivo all'intesa raggiunta lunedì a Pechino dal commissario al commercio, Peter Mandelson, e dal collega cinese, Bo Xilai, per chiudere il dossier e rimettere in carreggiata i rapporti commerciali di Bruxelles con il colosso asiatico.
Il via libera fondamentale, quello politico, all'intesa di Pechino è giunto dalla riunione dei rappresentanti permanenti Ue, e subito dopo dal comitato degli esperti sul tessile, settore nel quale in Italia lavorano circa 800 mila persone.
Proprio questo elemento - insieme alla lunga tradizione che il paese ha nel tessile-abbigliamento e al rilevante peso economico dei distretti del comparto - sono stati i fattori chiave che spiegano la posizione assunta dall'Italia nella cosidetta "crisi dei porti".
Insieme agli altri paesi produttori "amici del tessile" (in primo luogo, Spagna e Francia), il governo italiano ha difeso a spada tratta, a diversi livelli, l'accordo firmato il 10 giugno scorso in cui l'Ue ha ottenuto dalla Cina l'autolimitazione del suo dirompente export in Europa.
Nel corso della lunga crisi estiva, questo gruppo di paesi si è confrontato duramente con la Germania e le altre nazioni del nord, più in sintonia con gli interessi dei grossisti e degli importatori dei maglioni provenienti dai capannoni cinesi.
Ma ora il dossier tessile-Cina sembra chiuso e l'impegno dei Venticinque è quello di guardare al futuro. Se tutto andrà bene nell'applicazione dell'intesa di Pechino - ed è proprio questa ora l'incognita principale -, l'Ue sarà comunque riuscita a chiudere definitivamente una pericolosa crisi 'intra-25'.
ARRIVANO I CONTAINER. Sul fronte operativo, rimane il fatto che lo sdoganamento dei circa 80 milioni di prodotti 'made in Chinà fermi alle dogane inizierà con ogni probabilità a metà della settimana prossima.
C'e ancora bisogno di qualche giorno di tempo affinchè la Commissione completi l'iter previsto per il regolamento che darà il potere legale agli stati membri di distribuire i container fermi ai porti tra i grossisti del settore.
Commentando la decisione dei Venticinque, il commissario Mandelson non ha nascosto la propria «soddisfazione": c'è da credergli, vista l'ondata di critiche che l'ex ministro britannico dell'industria ha dovuto affrontare in questi giorni, a causa di una crisi che Bruxelles non ha saputo prevedere, e che è riuscita a superare solo all'ultimo momento.
Martino Rigacci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie