Mercoledì 22 Gennaio 2020 | 11:27

NEWS DALLA SEZIONE

ROMA
Ferrari è marchio più forte al mondo

Ferrari è marchio più forte al mondo

 
MILANO
Spread a 170 punti con addio Di Maio

Spread a 170 punti con addio Di Maio

 
ROMA
Oro: in calo a 1.552 dollari l'oncia

Oro: in calo a 1.552 dollari l'oncia

 
ROMA

Petrolio: prezzi in calo, si teme virus

 
ROMA
Spread Btp Bund poco mosso a 161,3 punti

Spread Btp Bund poco mosso a 161,3 punti

 
ROMA
Cambi: euro in calo a a 1,1078 dollari

Cambi: euro in calo a a 1,1078 dollari

 
TOKYO
Borsa: Tokyo apre poco mossa, -0,07

Borsa: Tokyo apre poco mossa, -0,07

 
MILANO
Borsa: Milano chiude in calo (-0,66%)

Borsa: Milano chiude in calo (-0,66%)

 
NEW YORK
Borsa: Wall Street apre in calo

Borsa: Wall Street apre in calo

 
MILANO
Borsa: Europa riduce calo

Borsa: Europa riduce calo

 
MILANO
Borsa: Europa in calo con energia e moda

Borsa: Europa in calo con energia e moda

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari in notturna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel Foggiano
Lesina, commerciante «annulla» oltre mille scontrini e sottrae al Fisco 162mila euro

Lesina, commerciante «annulla» oltre mille scontrini e sottrae al Fisco 162mila euro

 
HomeL'operazione
Puglia, mafia e gioco d'azzardo, arrestati componenti della Sacra corona unita

Puglia, mafia e gioco d'azzardo, arrestati componenti della Sacra corona unita (VIDEO)

 
NewsweekCervelli in fuga
Dalla Puglia ad Amsterdam come super esperto fiscale, la storia di Vito: «Tornare? Non credo»

Dalla Puglia ad Amsterdam come super esperto fiscale, la storia di Vito: «Tornare? Non credo»

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi

 
TarantoLa sentenza
Caso Scazzi, processo ai falsi testimoni: 4 anni a Ivano Russo, 5 anni a Michele Misseri

Caso Scazzi, 11 condanne per le bugie al processo: 5 anni a Ivano Russo, 4 anni a Michele Misseri

 
Potenzaserie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 

i più letti

In Europa cresce la voglia «OgmFree»

Una regione su tre chiede che il suo territorio sia libero da organismi geneticamente modificati • Il Italia oltre 2mila comuni ogmfree
BRUXELLES - In Europa una regione su tre chiede che il suo territorio sia libero da ogm. La battaglia delle realtà territoriali contro la coltivazione di organismi geneticamente modificati si è ormai estesa anche ai nuovi stati membri: basti pensare che in Polonia, su 16 regioni, sono già nove quelle che si sono espresse contro gli ogm.
I dati sono emersi oggi nel corso di una conferenza organizzata nella sede dell'Europarlamento a Bruxelles dall'Assemblea delle regioni d'Europa, in collaborazione con l'associazione ambientalista Amici della terra e con Alta Austria e Toscana, le due regioni capofila della rete europea «ogm free».
Oltre 250 rappresentanti di regioni e del mondo agricolo si sono confrontati su produzioni di qualità, possibilità di coesistenza tra agricoltura tradizionale e coltivazioni ogm e la scelta invece di dichiarare un intero territorio vietato alla coltivazione di organismi geneticamente modificati.

«Da noi, come del resto in tutto il territorio austriaco - ha detto Rudi Anschober, ministro per l'ambiente e la protezione dei consumatori dell'Alta Austria - la coesistenza è impossibile. Insieme alla Toscana, abbiamo chiesto l'autodeterminazione delle regioni, non per motivi politici ma di sopravvivenza. E' una questione di democrazia - ha aggiunto il rappresentante austriaco -, perchè il 90% dei cittadini europei non ne vuol sapere di consumare prodotti ogm. Ed è una questione di sicurezza, perchè non abbiamo gli elementi per garantirla nel medio-lungo periodo. In questa materia è indispensabile un regolamento europeo molto severo».

La Toscana fin dal 2000, prima regione in Europa, ha approvato una legge che vieta la coltivazione e la produzione di ogm su tutto il territorio regionale e il consumo nelle mense, oltre a imporre l'etichettatura per i prodotti ogm commercializzati sul proprio territorio. Con la Toscana molte altre regioni a potere legislativo, sia italiane sia europee a cominciare dall'Alta Austria e dalla Carinzia, hanno già votato provvedimenti simili. Laddove, come in Francia, non è stato possibile perchè l'ordinamento non lo permette, sono stati approvati ordini del giorno nelle assemblee regionali. In Francia, inoltre, sono ben 12mila i sindaci che hanno dichiarato il loro territorio libero da ogm, altrettanto hanno già fatto oltre 1500 comuni italiani. Ad oggi le regioni europee che si dicono «ogm free» sono 76 e più di un'ottantina le province.
Ma, sebbene tra regioni «ogm free» e Commissione europea di recente sia stato avviato un dialogo, la posizione di Bruxelles resta chiara: gli agricoltori hanno la libertà di scelta, a loro spetta la decisione e non alle autorità. Dall'altra parte, le regioni, come dimostrato anche nella conferenza di oggi, continuano a non demordere per preservare - dicono - il territorio e le coltivazioni di qualità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie