Venerdì 24 Gennaio 2020 | 17:56

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Wall Street apre in rialzo, Dj +0,36%

Wall Street apre in rialzo, Dj +0,36%

 
NEW YORK
Petrolio in calo a Ny a 55,2 dollari

Petrolio in calo a Ny a 55,2 dollari

 
MILANO
Aeroporti: record 35 mln Linate Malpensa

Aeroporti: record 35 mln Linate Malpensa

 
MILANO
Expo 2020 porterà a Italia 1,67 miliardi

Expo 2020 porterà a Italia 1,67 miliardi

 
TRIESTE
Fincantieri: intesa con Qatar per flotta

Fincantieri: intesa con Qatar per flotta

 
MILANO
Borsa: Europa brillante, Milano +1,3%

Borsa: Europa brillante, Milano +1,3%

 
DAVOS
Gentiloni: a Ilva fondi Ue per clima

Gentiloni: a Ilva fondi Ue per clima

 
MILANO
Borsa:Milano in rialzo (+1,1%), bene Cnh

Borsa:Milano in rialzo (+1,1%), bene Cnh

 
GENOVA
A.Mittal: operai Genova fischiano l'ad

A.Mittal: operai Genova fischiano l'ad

 
ROMA
Carta identità elettronica per l'Inps

Carta identità elettronica per l'Inps

 
ASSISI (PERUGIA)
Ad Enel, nessuna intenzione muovermi

Ad Enel, nessuna intenzione muovermi

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'evento
La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

La Puglia e le sue orecchiette sbarcano a New York: grande successo al Travel Show 2020

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
LecceGiornata della Memoria
Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

Shoah, l'accoglienza di Nardò: in dono al Comune le foto dei rifugiati ebrei

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
FoggiaIl caso
Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

Foggia, prendevano reddito di cittadinanza ma lavoravano in nero in centri scommesse

 
Tarantola denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
PotenzaDopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Ue - «Con la Cina ci vuole tempestività»

Il messaggio chiaro da parte dei Venticinque: Bruxelles intervenga in modo tempestivo per contenere l'invasione dei prodotti tessili della Cina in Europa
LUSSEMBURGO - «Messaggio chiaro» alla Commissione Ue da parte dei Venticinque, affinchè Bruxelles intervenga in modo tempestivo per contenere l'invasione dei prodotti tessili della Cina in Europa: è questa la conclusione alla quale è giunto il consiglio informale del commercio Ue riunitosi ieri notte in Lussemburgo.
A riferire sull'andamento dell'incontro è stato stamani Nicolas Schmit, vice-ministro del Lussemburgo - presidente di turno Ue - in un incontro con la stampa a margine del consiglio affari generali che si è aperto oggi nel Granducato. Alla cena era presente il commissario Ue al commercio, Peter Mandelson, che qualche ora prima aveva annunciato l'apertura di indagini da parte di Bruxelles per nove categorie di prodotti del tessile-abbigliamento cinese.
Nel ricordare che è «la Commissione che prende ogni iniziativa», Schmit ha detto che nel corso del lungo incontro «non è stato chiesto in modo formale di adottare le procedure d'urgenza, ma comunque il messaggio è stato chiaro».
«Tre o quattro paesi hanno parlato in modo esplicito» dei meccanismi di urgenza nelle procedure che potrebbero portare - ha aggiunto il vice-ministro - all'applicazione delle clausole di salvaguardia nei confronti della Cina.
Oltre a Italia e Francia, anche Portogallo e Grecia si sono dette apertamente a favore di questa posizione, ricordano fonti comunitarie. I quattro stati fanno parte del 'gruppo di 13' nazioni che da tempo chiedono una 'fast track' nelle procedure anti-Pechino.
Su un fronte diverso si trovano invece i paesi del nord, per esempio Svezia e Olanda, che invitano alla prudenza e ricordano come l'Europa abbia avuto un lungo periodo di transizione (dieci anni) per adeguarsi alla fine del sistema delle quote nel commercio mondiale del tessile entrato in vigore lo scorso primo gennaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie