Giovedì 23 Gennaio 2020 | 02:44

NEWS DALLA SEZIONE

NEW YORK
Petrolio chiude in calo a Ny a 56,7 dlr

Petrolio chiude in calo a Ny a 56,7 dlr

 
DAVOS
Gualtieri,accordo su dazi o web tax

Gualtieri,accordo su dazi o web tax

 
TARANTO
A. Mittal: slitta stop Acciaieria 1

A. Mittal: slitta stop Acciaieria 1

 
MILANO
Borsa Milano chiude in calo con banche

Borsa Milano chiude in calo con banche

 
DAVOS
Le Maire, intesa su web tax o guerra

Le Maire, intesa su web tax o guerra

 
MILANO
Borsa: Europa chiude in calo

Borsa: Europa chiude in calo

 
MILANO
Salini Impregilo: nuovo brand WeBuild

Salini Impregilo: nuovo brand WeBuild

 
ROMA
Banche:Eba,consultazione su stress test

Banche:Eba,consultazione su stress test

 
MILANO
Borsa: Europa resta debole,Milano -0,42%

Borsa: Europa resta debole,Milano -0,42%

 
NEW YORK
Borsa: Wall Street apre positiva

Borsa: Wall Street apre positiva

 
NEW YORK
Petrolio: in calo a Ny a 57,79 dollari

Petrolio: in calo a Ny a 57,79 dollari

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari, gol di Simeri porta biancorossi a meno 6 dalla capolista
Bari-Sicula Leonzio 1-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'incidente nel 2008
Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

 
BariDelitto Sciannimanico
Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

 
FoggiaIl Riesame
Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

 
BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

I consumi sempre più «a rate»

i dati sul credito al consumo contenuti nel Bollettino statistico della Banca d'Italia: Campania e Veneto le regioni tra le più indebitate con banche e finanziarie
ROMA - Italia sempre più a rate. Alle prese con il carovita e con l'economia al rallentatore, gli italiani si rivolgono sempre di più a banche o a finanziarie per ottenere un finanziamento destinato all'acquisto di beni di consumo. La predilezione delle famiglie per il «tutto e subito», anche se a rate, è testimoniata dagli ultimi dati sul credito al consumo contenuti nel Bollettino statistico della Banca d'Italia. A dicembre scorso, in un mese in cui si è particolarmente propensi alla spesa per non lasciare sguarnito l'albero di Natale, il totale dei prestiti richiesti ammontava infatti a quasi 61 miliardi di euro, quasi il 19% in più, per la precisione il 18,6%, rispetto ai 51,3 miliardi di dicembre 2003.

A ricorrere al credito sono soprattutto i lombardi, che si sono rivolti a banche e finanziarie richiedendo prestiti per oltre 9,6 miliardi. Una cifra che da sola supera il totale di tutto il nord-est. Nell'Italia nord orientale si tende insomma a scialare di meno, al punto che Trentino Alto-Adige, Veneto, Friuli Venezia-Giulia ed Emilia Romagna totalizzano in complesso poco più di 9 miliardi di euro. Tuttavia le famiglie della zona sembrano voler sempre più emulare i vicini lombardi, con una crescita complessiva in un anno di oltre il 18%, in linea cioè con la media nazionale. Ed in Veneto la variazione su dicembre 2003 sale addirittura al +21%, cioè tra i livelli più alti in Italia.

Al secondo posto nella classifica delle regioni indebitate c'è il Lazio, con 7,4 miliardi, mentre tra le regioni che mostrano un aumento più evidente spiccano due regioni del sud. Innanzitutto la Campania, dove i prestiti richiesti ammontano a dicembre dello scorso anno ad oltre 5,5 miliardi, il 21% in più rispetto a dicembre 2003. Segno di un ricorso ai prestiti e di una propensione all'acquisto a rate molto più diffusa che nel resto d'Italia. L'aumento è del resto superiore alla media anche in Sicilia, dove, secondo i dati di Bankitalia, si è passati dai 4,9 miliardi di fine 2003 a 5,9 miliardi di euro di fine 2004, con un'impennata cioè di circa il 20%. Crescita simile anche nelle Marche (+20,1%) anche se i prestiti ammontano a un più contenuto 1,3 miliardi.

Anche a dicembre dello scorso anno, come nei mesi precedenti, il credito al consumo si è concentrato soprattutto nelle banche. E' agli istituti di credito che gli italiani si sono in gran parte rivolti per ottenere un prestito. Quelli erogati dalle banche ammontano infatti ad oltre 35,6 miliardi di euro, mentre le finanziarie seguono con 25,3 miliardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie