Martedì 19 Febbraio 2019 | 09:31

NEWS DALLA SEZIONE

PECHINO
Borsa, Shanghai apre a +0,29%

Borsa, Shanghai apre a +0,29%

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura poco variata

Borsa: Tokyo, apertura poco variata

 
ROMA
Autostrade: rivoluzione per tariffe

Autostrade: rivoluzione per tariffe

 
VERONA
Transpotec, focus Alis su sostenibilità

Transpotec, focus Alis su sostenibilità

 
ROMA
Spread Btp chiude in calo a 265 punti

Spread Btp chiude in calo a 265 punti

 
OLBIA
Air Italy: pronti a tavolo su Sardegna

Air Italy: pronti a tavolo su Sardegna

 
TORINO
Tav: Chiamparino, dimezzati costi Italia

Tav: Chiamparino, dimezzati costi Italia

 
TORINO
Madamin a Telt,'proseguire Tav, è legge'

Madamin a Telt,'proseguire Tav, è legge'

 
ROMA
Antitrust: multa 7 mln a Sky su calcio

Antitrust: multa 7 mln a Sky su calcio

 
ROMA
Mood economia misurato anche con Twitter

Mood economia misurato anche con Twitter

 
ROMA
Lavoro: a febbraio -13 mila assunzioni

Lavoro: a febbraio -13 mila assunzioni

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Lavoro - Italiani tra i più pigri, stakanovisti in Usa

Rispetto i colleghi europei i lavoratori italiani hanno le bustepaga più leggere. Almeno 40 le orelavorative negli Stati Uniti, 38 in Europa, ma la tendenza è all'aumento
ROMA - Lavorano decisamente meno degli statunitensi, ma più di tedeschi, francesi, olandesi e danesi. Ed a risentirne nel confronto con i loro omologhi di oltreoceano è sicuramente la busta paga, decisamente più leggera. I lavoratori full-time italiani trascorrono circa 1.672 ore l'anno seduti dietro la propria scrivania, in media - secondo il rapporto 2005 del CesIfo - 38 ore la settimana. Ma gli europei non devono farsi una colpa del loro lavorare meno: sono gli standard contrattuali a stabilirlo. Solo la Germania si sta progressivamente adattando ai canoni a stelle strisce aumentando l'orario di lavoro per far fronte alla crescente concorrenza internazionale ed alla minaccia di delocalizzazione.

Gli stakanovisti a livello mondiale sono gli americani con 1.904 ore lavorate ogni anno per dipendente, per un ammontare di circa 40 ore la settimana. I giapponesi, invece, trascorrono dietro la scrivania circa 100 ore in meno degli statunitensi (1.803 ore l'anno per lavoratore), mentre a livello europeo i più attaccati al posto di lavoro sono gli abitanti dei nuovi paesi membri a fronte della spiccata pigrizia dei più anziani: Italia, Francia, Germania occidentale e Regno Unito figurano infatti alle ultime posizioni della classifica CesIfo con meno di 1.700 ore lavorate ogni anno.

Ma se queste sono le ore di lavoro stabilite a livello contrattuale, c'è però da dire che sono in molti a lavorare decisamente di più. In Italia, infatti, i dipendenti rimangono in media inchiodati al proprio posto circa 38,5 ore alla settimana, cioè mezzora in più rispetto a quanto stabilito dalla normativa vigente. Ben più pesante il differenziale nel Regno Unito: se da contratto le ore settimanali sono 37,2, gli inglesi tendono a spendere in ufficio circa 43,3 ore la settimana, quindi circa 6,1 ore in più del previsto.

Il rapporto CesIfo mette però in evidenza come anche l'Europa si stia progressivamente adeguando a nuovi ritmi lavorativi, imposti per lo più dalla pressante concorrenza internazionale. E' il caso della Germania, che sta facendo da apripista: molte aziende tedesche alle prese con profonde crisi, come Opel e DaimlerChrysler, hanno raggiunto un accordo con i sindacati per portare l'orario di lavoro a 40 ore settimanali mantenendo immutati gli stipendi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400