Lunedì 27 Gennaio 2020 | 11:19

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Borsa: Milano apre in forte ribasso

Borsa: Milano apre in forte ribasso

 
ROMA
Spread Btp-Bund crolla a 141 punti

Spread Btp-Bund crolla a 141 punti

 
ROMA
Petrolio in picchiata,-3% su paura virus

Petrolio in picchiata,-3% su paura virus

 
ROMA
Cambi: euro a 1,1034 dollari in avvio

Cambi: euro a 1,1034 dollari in avvio

 
ROMA
In arrivo nomine, Ruffini ad Ag.Entrate

In arrivo nomine, Ruffini ad Ag.Entrate

 
MILANO
Catalfo, dopo cuneo ora salario minimo

Catalfo, dopo cuneo ora salario minimo

 
ROMA
P.a: Pisano, pagamenti online o sanzioni

P.a: Pisano, pagamenti online o sanzioni

 
ROMA
Brexit: pressing banche per meno tasse

Brexit: pressing banche per meno tasse

 
ROMA
Pop Bari, a studio newco con banche Sud

Pop Bari, a studio newco con banche Sud

 
MILANO
Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,1%)

Borsa: Milano chiude in rialzo (+1,1%)

 
NEW YORK
Wall Street apre in rialzo, Dj +0,36%

Wall Street apre in rialzo, Dj +0,36%

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'operazione dei cc
Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

Evasione, furti e rapine: arrestate 6 persone tra Cerignola, Trinitapoli e Ascoli Satriano

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
BariCervelli in fuga
Laura, 19 anni, da Bari a Londra e poi in Africa: «All'estero credono in me. Non penso di tornare»

Laura, 19 anni, da Bari a Londra e poi in Africa: «All'estero credono in me. Non penso di tornare»

 
MateraIl caso
A Policoro 5 colpi di pistola contro studio di un notaio

A Policoro 5 colpi di pistola contro studio di un notaio

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
TarantoLa perquisizione dei cc
Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

 
BrindisiShoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

Spesa sociale: il Sud fanalino di coda

«Il rilancio del Mezzogiorno non passa solo attraverso il rilancio economico delle imprese private di quell'area ma anche attraverso un intervento straordinario a sostegno delle fasce sociali più deboli»
ROMA - Il Comune di Trento destina alla spesa sociale 551 euro pro-capite; Crotone appena 40,40 euro. La discrepanza Nord-Sud si va sempre più approfondendo.
Da uno studio della Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre CGIA sulla spesa sociale dei 105 Comuni capoluogo d'Italia, emerge che per anziani non autosufficienti, disabili, disoccupati, famiglie bisognose il Mezzogiorno spende sempre di meno. Tra il 1999 e il 2003 la spesa per il welfare locale è in calo dell'11,5% a Napoli, del 12,2% a Catania - 12,2%, del 34% a Reggio Calabria.

In termini assoluti, la spesa pro capite è più elevata al Nord soprattutto nei Comuni delle Regioni a statuto speciale Trento (551€), Bolzano (400,40€), Gorizia (307,70 €). In termini di spesa sociale (che riguarda quella destinata dai singoli Comuni agli asili nido, ai servizi di infanzia e per i minori, alle strutture residenziali e di ricovero per anziani, all'assistenza in genere, alla beneficenza pubblica e ai servizi alla persona, etc.) i Comuni più «virtuosi» dopo Trento (551€ pro capite) sono Bolzano (400,40€ pro capite), Gorizia (307,70€ pro capite), Aosta (293,20€). Primo Comune incluso in una Regione che non è a statuto speciale è Modena che si piazza al 5 ° posto (285,90€ pro capite). Delle grandi città registriamo l'ottava posizione di Torino (271,40€ pro capite), di Bologna che si attesta all'undicesimo posto (246,70€); di Milano al 12° (231,30€) e di Roma al 27° (169,40€). In coda alla classifica troviamo al terz'ultimo posto Taranto (55,3€ pro capite), al penultimo posto Caserta (41,3€) e all'ultimissimo gradino Crotone (40,40€ pro capite).

«Ma quello che preoccupa maggiormente - commenta il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi - è la riduzione della spesa sociale registrata in alcune delle più grandi città del Sud dove si concentrano estese sacche di povertà e disagio sociale. Pertanto, il rilancio del Sud non passa solo attraverso il rilancio economico delle imprese private di quell'area ma anche attraverso un intervento straordinario a sostegno delle fasce sociali più deboli.
Purtroppo, alla luce della difficile situazione di bilancio di molti enti locali meridionali, è difficile pensare di invertire la tendenza registrata in questi ultimi anni». Infatti, tra il 1999 e il 2003 a Napoli la contrazione è stata dell'11,5%, a Catania del 12,2%, a Taranto del 20,2% ad Enna del 22%, a Reggio Calabria del 34%, a Foggia del 36,5% e a Caserta addirittura del 78,2%. Vi sono però alcuni Comuni del Sud dove tra il 1999 e il 2003 la spesa è stata incrementata (pur restando bassa in termini assoluti): primo Vibo Valentia (+169,3%) e terzo Caltanisetta (+103,3%), quarto Siracusa (+98%), mentre al secondo posto troviamo Frosinone (+105,8%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie