Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 12:53

NEWS DALLA SEZIONE

TORINO
Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

 
MILANO
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

 
ROMA
Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

 
ROMA
Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

 
PECHINO
Borsa, Shanghai apre a -0,05%

Borsa, Shanghai apre a -0,05%

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo

Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo

 
MOSCA
Tria, stagnazione spero temporanea

Tria, stagnazione spero temporanea

 
MILANO
Tesoro: colloca 10 mld Btp a 15 anni

Tesoro: colloca 10 mld Btp a 15 anni

 
ROMA
Entro febbraio decreto attuativo Pir

Entro febbraio decreto attuativo Pir

 
TRIESTE
Fincantieri: appalto da Regent Seven Sea

Fincantieri: appalto da Regent Seven Sea

 
MILANO
Casa: nel 2018 aste a quota 245mila, +4%

Casa: nel 2018 aste a quota 245mila, +4%

 

Montezemolo: è allarme competitività

La critica al provvedimento sulla competitività arriva dal presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo, che insieme al Comitato di presidenza e al Direttivo ha messo a punto una lettera inviata al governo
ROMA - Le misure previste nel decreto sulla Competitività «appaiono insufficienti non solo per la limitatezza delle risorse disponibili, ma anche per le divisioni che stanno emergendo all'interno del governo sul loro utilizzo».
La critica al provvedimento sulla competitività, sul quale il premier Berlusconi ha annunciato un profondo restyling, arriva dal presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo, che oggi insieme al Comitato di presidenza e al Direttivo ha messo a punto una lettera inviata al governo in cui «sono stati messi fuoco - riferisce un partecipante alla riunione - i cinque-sei argomenti che gli industriali ritengono fondamentali per avviare un confronto serio e costruttivo».
Il leader di Confindustria, sempre secondo quanto riferito, ha ribadito che «le difficoltà competitive dell'Italia, pur in presenza di una difficile congiuntura che sta investendo tutta l'Europa, hanno bisogno di una concentrazione di sforzi e di risorse, di idee e di progetti, da parte delle istituzioni e delle forze politiche assolutamente diversa da quella messa in campo».
Nell'incontro in programma domani, ha fatto sapere Montezemolo e sempre secondo quanto riferito, «chiederemo che siano adottate, in tempi brevi e senza aggravi per la finanza pubblica, alcune misure che possono dare un segnale concreto e tempestivo di attenzione da parte del governo su quelli che sono i problemi delle imprese».
Tra le iniziative suggerite e che il mondo industriale spera di vedere dentro il provvedimento: l' alleggerimento del carico fiscale, il blocco strutturale dell'addizionale regionale Irap anche in presenza di disavanzi gestionali dei sistemi sanitari regionali, misure di semplificazione e delegificazione, provvedimenti in favore del Mezzogiorno «che - ha spiegato Montezemolo - dovrebbero comprendere anche gli sgravi contributivi per i neo-assunti», e un costo dell'energia più basso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400