Martedì 23 Aprile 2019 | 11:54

NEWS DALLA SEZIONE

BRUXELLES
Eurostat, debito 2018 sale a 132,2%

Eurostat, debito 2018 sale a 132,2%

 
MILANO
Pirelli,reportage ad origini della gomma

Pirelli,reportage ad origini della gomma

 
ROMA
Casa:Istat,grazie a Nord valori del 2010

Casa:Istat,grazie a Nord valori del 2010

 
ROMA
Salva Roma:Bongiorno, aiuti altri Comuni

Salva Roma:Bongiorno, aiuti altri Comuni

 
ROMA
Petrolio: Wti a massimi 6 mesi

Petrolio: Wti a massimi 6 mesi

 
MILANO
Borsa: Milano apre -0,03%

Borsa: Milano apre -0,03%

 
ROMA
Spread stabile a 257,1 punti base

Spread stabile a 257,1 punti base

 
PECHINO
Borsa: Shanghai negativa, apre a -0,13%

Borsa: Shanghai negativa, apre a -0,13%

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,02%)

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,02%)

 
NEW YORK
Petrolio a Ny chiude a massimi 6 mesi

Petrolio a Ny chiude a massimi 6 mesi

 
NEW YORK
Stretta Usa su Iran, petrolio ai massimi

Stretta Usa su Iran, petrolio ai massimi

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaPetrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
BariLotta alla droga
Monopoli, nascondeva nel giardino di casa cocaina e olio di hashish: in manette 33enne

Monopoli, nascondeva nel giardino di casa cocaina e olio di hashish: in manette 33enne

 
MateraMobilità green
Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

 
TarantoI nodi dell'acciaio
Taranto, Di Maio atteso domani all'ex Ilva: con sé porta 4 ministri

Taranto, Di Maio atteso domani all'ex Ilva: con sé porta 4 ministri

 
HomeIl martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
FoggiaOccupazione
Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

 
BrindisiL'ordinanza
Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

Brindisi, Sì alle spiagge «plastic-free» ma materiale sostitutivo è carente

 
BatDiscariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 

Industria, salgono fatturato e ordinativi

A settembre, secondo i dati Istat, il fatturato dell'industria ha fatto registrare una crescita del 4,8% su base annua. Incrementi maggiori nei settori delle raffinerie di petrolio
Industria ROMA - A settembre, secondo i dati resi noti dall'Istat, il fatturato dell'industria ha fatto registrare una crescita del 4,8% su base annua, mentre rispetto al mese precedente ha subito una flessione dell'1%. Sempre secondo l'Istat, il fatturato, rispetto al settembre dello scorso anno, è cresciuto sia per il mercato nazionale con un +5,1, sia per l'estero, dove ha fatto segnare un +3,8%. Confrontati con il mese precedente, invece, a calare maggiormente è il fatturato per l'estero, -3,1% contro il -0,3% del nazionale. Nei primi nove mesi dell'anno, paragonati con lo stesso periodo del 2003, il fatturato è mediamente cresciuto del 3,2%, con valori identici per mercato nazionale ed estero. Sempre a settembre, aggiunge l'Istat, per gli ordinativi si registra una crescita pari al +5,3% rispetto allo stesso mese del 2003. Rispetto ad agosto 2004 l'andamento è quasi stazionario, con un +0,1%, che corrisponde ad un calo per il mercato estero, -2,2%, e una crescita su quello nazionale, +1,1%.
Il consuntivo dei primi tre trimestri dell'anno mostra che gli ordini sono mediamente cresciuti del 4,2%. Nel mese di settembre 2004, sottolinea l'Istat, l'indice del fatturato è aumentato, rispetto allo stesso mese del 2003, del 21,6% per l'energia, del 9% per i beni intermedi e del 5,6% per i beni strumentali; si è invece registrata una diminuzione del 2,6% per i beni di consumo (più 0,4% per quelli durevoli e meno 3,4% per quelli non durevoli). Gli indici destagionalizzati del fatturato hanno segnato un aumento congiunturale dello 0,8% per l'energia e diminuzioni del 2,7% per i beni di consumo (meno 5% per quelli durevoli e meno 2,2% per quelli non durevoli), dello 0,9% per i beni strumentali e dello 0,3% per i beni intermedi.
In settembre, nel confronto con lo stesso mese del 2003, l'indice del fatturato ha presentato gli incrementi maggiori nei settori delle raffinerie di petrolio (più 33,5%), della produzione di metallo e prodotti in metallo (più 17,3%), della produzione di mezzi di trasporto (più 16%) e dell'industria del legno e prodotti in legno (esclusi i mobili) (più 11,1%); le diminuzioni più marcate hanno riguardato i settori dell'estrazione di minerali (meno 20,4%) e delle industrie delle pelli e delle calzature (meno 7,9%). Nel medesimo periodo, l'indice degli ordinativi ha registrato i maggiori aumenti nella produzione di metallo e prodotti in metallo (più 20,3%), nell'industria del legno e prodotti in legno (esclusi i mobili) (più 15,6%), nella produzione di mezzi di trasporto (più 8,8%) e nella fabbricazione di prodotti chimici e fibre sintetiche (più 6,4%); le diminuzioni più significative si sono manifestate nella produzione di apparecchi elettrici e di precisione (meno 11%) e nelle industrie delle pelli e delle calzature (meno 2,4%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400