Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 22:05

NEWS DALLA SEZIONE

TREVISO
Stefanel: azienda vuole 244 esuberi

Stefanel: azienda vuole 244 esuberi

 
ROMA
Spread chiude in forte calo a 253

Spread chiude in forte calo a 253

 
ROMA
Boeri,non rendere dipendenti istituzioni

Boeri,non rendere dipendenti istituzioni

 
ROMA
Spread in forte calo in zona 250

Spread in forte calo in zona 250

 
NEW YORK
Borsa: Wall Street apre positiva

Borsa: Wall Street apre positiva

 
NEW YORK
Petrolio: in calo a Ny a 51,59 dollari

Petrolio: in calo a Ny a 51,59 dollari

 
ROMA
Più segnali su finanziamento terrorismo

Più segnali su finanziamento terrorismo

 
TORINO
Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

 
MILANO
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

 
ROMA
Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

 
ROMA
Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

 

«L'Italia bluffa: così non si privatizza Alitalia»

Una «nota interna» della Dg trasporti dell'esecutivo Ue fa una valutazione parziale del piano e indica i dubbi di Bruxelles sulla strategia messa a punto dal presidente e Ad Giancarlo Cimoli
BRUXELLES - Nel piano di rilancio di Alitalia vi sono «indizi» che al momento «non sembrano permettere il rispetto degli impegni presi» da parte del governo italiano sulla privatizzazione della compagnia aerea.
E' quanto si legge in una "nota interna" della Direzione generale dei trasporti dell'esecutivo Ue - in cui si fa un primo esame del piano industriale della compagnia aerea.
«Lo Stato italiano - si legge nella nota interna della Commissione europea - sembra aver già riservato 750 milioni di euro, ossia la sua quota parte del 62% del capitale attuale di Alitalia, per la ricapitalizzazione di Az Fly». «Per quanto riguarda Az Service, il potenziale acquirente Fintecna è un'impresa pubblica controllata al 100%» dallo Stato, proseguono i servizi della Dg trasporti, sottolineando che «questi indizi non sembrano permettere, ad una prima analisi, il rispetto dell'impegno preso» dal governo italiano di «diventare minoritario nel capitale di Alitalia entro un periodo di 12 mesi».
Il documento interno contiene una prima analisi del piano della compagnia così come notificato dalle autorità italiane il 15 ottobre scorso. Si tratta di un giudizio preliminare che non pregiudica l'esito finale dell'esame, ha tenuto a sottolineare una fonte della Commissione europea. La stessa fonte ha infatti ricordato che la Commissione ha chiesto da qualche settimana ulteriori informazioni alle autorità italiane proprio su alcuni elementi della strategia di rilancio. Chiarimenti - ha sottolineato la fonte, chiedendo di restare anonima - che non sono ancora stati notificati.
Nonostante sia una valutazione parziale del piano, il documento indica chiaramente e per la prima volta i dubbi di Bruxelles sulla strategia messa a punto dal presidente e amministratore delegato di Alitalia, Giancarlo Cimoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400