Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 11:58

NEWS DALLA SEZIONE

TORINO
Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

Auto: 2018 Europa stabile,dicembre -8,7%

 
MILANO
Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

Borsa: Milano apre in rialzo (+0,46%)

 
ROMA
Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

Cambi: euro stabile a 1,14 dollari

 
ROMA
Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

Spread Btp-Bund apre in calo a 262 punti

 
PECHINO
Borsa, Shanghai apre a -0,05%

Borsa, Shanghai apre a -0,05%

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo

Borsa: Tokyo, apertura in lieve rialzo

 
MOSCA
Tria, stagnazione spero temporanea

Tria, stagnazione spero temporanea

 
MILANO
Tesoro: colloca 10 mld Btp a 15 anni

Tesoro: colloca 10 mld Btp a 15 anni

 
ROMA
Entro febbraio decreto attuativo Pir

Entro febbraio decreto attuativo Pir

 
TRIESTE
Fincantieri: appalto da Regent Seven Sea

Fincantieri: appalto da Regent Seven Sea

 
MILANO
Casa: nel 2018 aste a quota 245mila, +4%

Casa: nel 2018 aste a quota 245mila, +4%

 

Mezzogiorno, siglato accordo imprese e sindacati

Il documento «su strategie e priorità per il rilancio del Mezzogiorno», inviato ora al Governo. Non è stato siglato dalle quattro associazioni degli artigiani, Confartigianato, Cna, Casartigiani e Claai • Montezemolo: un «Progetto Mezzogiorno» per riavviare il Sud
Montezemolo ROMA - Confindustria, sindacati e altre 13 associazioni imprenditoriali hanno firmato oggi l'accordo sul Mezzogiorno. Il documento, che non è stato siglato dalle quattro associazioni degli artigiani, sarà ora inviato al Governo.
«Le associazioni di rappresentanza dell'impresa (Abi, Agci, Ania, Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confetra, Confservizi, Confindustria, Legacoop) - si legge nel comunicato finale dell'incontro - e i sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil), riuniti oggi presso Confindustria, hanno sottoscritto un documento comune sulle strategie e le priorità per il rilancio del Mezzogiorno».
Nei prossimi giorni «il lavoro di oggi proseguirà in sede tecnica, con l'obiettivo di definire entro la metà di dicembre le linee di intervento operativo». Il documento siglato oggi «viene inviato al Governo, al Parlamento, alla Conferenza dei Presidenti delle Regioni, ai Presidenti delle Regioni del Sud, all'Anci e all'Upi, insieme alla richiesta di un incontro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400