Giovedì 17 Gennaio 2019 | 22:15

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Carige: Fitch taglia rating

Carige: Fitch taglia rating

 
TORINO
Pininfarina, partnership con Karma

Pininfarina, partnership con Karma

 
ROMA
Spread chiude stabile a 252

Spread chiude stabile a 252

 
MILANO
Nautica, VYR Viareggio 2019 il 9-12/5

Nautica, VYR Viareggio 2019 il 9-12/5

 
ROMA
Carige:Tria,si auspica soluzione privata

Carige:Tria,si auspica soluzione privata

 
ROMA
Inps:con aumento età 2018 pensioni-20,4%

Inps:con aumento età 2018 pensioni-20,4%

 
CAGLIARI
Toninelli, basta col monopolio Tirrenia

Toninelli, basta col monopolio Tirrenia

 
CAGLIARI
Toninelli,basta monopolio della Tirrenia

Toninelli,basta monopolio della Tirrenia

 
ROMA
Aumento età donne, pensioni 2018 -20,4%

Aumento età donne, pensioni 2018 -20,4%

 
ROMA
Istat, export -0,4% a novembre, +1% anno

Istat, export -0,4% a novembre, +1% anno

 
MILANO
Borsa: Milano apre in rosso (-0,62%)

Borsa: Milano apre in rosso (-0,62%)

 

Crescita vertiginosa per tasse locali

In tre anni, dal 2000 al 2003 la pressione fiscale è aumentata del 50%, con un valore pro capite che è passato da 219 euro a 328 euro. Una ricerca della Cgia di Mestre
VENEZIA - Continua la crescita della tassazione locale. Tra il 2000 e il 2003, secondo un'analisi dell'Ufficio studi della CGIA di Mestre, il valore pro capite della tassazione locale (dato dalla somma dell'addizionale regionale sull'Irpef e di quella comunale sempre sull'Irpef nonchè dall'ICI) è passato da 219 euro a 328 euro. L'aumento percentuale registrato è stato quasi del 50% (precisamente +49,8%).
Per l'altra imposta, ovvero l'Irap, che è stata «spalmata» sulla totalità delle aziende italiane, si è passati da un costo medio di 5.127 euro relativo al 2000 a 5.980 euro nel 2003. La crescita registrata ha toccato il 16,6%.
In generale il gettito complessivo delle addizionali regionali sull'Irpef è aumentato del 145% (passando da 2.515 milioni di euro a 6.166 mln), quello comunale sempre sull'Irpef addirittura del 157,3% (da 613 mln di euro a 1.577 mln), mentre più contenuto è stato l'aumento registrato dall'ICI (Imposta comunale sugli Immobili) e dall'Irap: rispettivamente del 17,1% (in termini assoluti da 9.354 mln di euro a 10.949) e del 16,6% (da 27.359 mln a 31.907). A parametrare ancor meglio la comparazione la CGIA ha calcolato anche l'andamento dell' inflazione. Nel periodo preso in esame il suo aumento è stato «solo» dell'8,2%.
«Quelli emersi da questa analisi - commenta il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi - sono importi medi che, nella loro genericità, danno il segno, comunque, della necessità di arrivare quanto prima al tanto agognato federalismo fiscale. Molto spesso, i Comuni e le Regioni, si trovano nelle condizioni di aumentare la tassazione locale senza corrispondere ai cittadini servizi migliori. Questo perchè - prosegue - l'aumento delle competenze e le nuove funzioni in capo agli enti locali sono in questi ultimi anni aumentati in maniera proporzionalmente superiore ai trasferimenti ricevuti dallo Stato centrale. Ora l'unica possibilità per non far collassate il sistema, viste le ristrettezze economiche, è di accelerare l'autonomia fiscale».

PRINCIPALI TASSE LOCALI 2000 2003
Variazione % 2000-2003 (valori in milioni di euro)
Addizionale regionale sull'IRPEF - 2.515 6.166 +145,2%
Addizionale comunale sull'IRPEF - 613 1.577 +157,3%
Ici (Imposta comunale immobili) - 9.354 10.949 +17,1%
Imposta regionale sulle attività produttive (Irap) - 27.359 31,907 +16,6%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400