Domenica 20 Gennaio 2019 | 21:50

NEWS DALLA SEZIONE

AVEZZANO (L'AQUILA)
Di Maio, stabilizzeremo i 10 mila tutor

Di Maio, stabilizzeremo i 10 mila tutor

 
ROMA
Voci fusione Renault-Nissan, smentita

Voci fusione Renault-Nissan, smentita

 
ROMA
Alitalia: Di Maio, a lavoro sul piano

Alitalia: Di Maio, a lavoro sul piano

 
ROMA
Con scorporo rete Tim rimane dominante

Con scorporo rete Tim rimane dominante

 
VENEZIA
Pil: Cgia, poca crescita,rischio manovra

Pil: Cgia, poca crescita,rischio manovra

 
MILANO
Luxottica: addio alla Borsa di Milano

Luxottica: addio alla Borsa di Milano

 
ROMA
Spread Btp-Bund chiude in calo a 247

Spread Btp-Bund chiude in calo a 247

 
WASHINGTON
Wall Street apre in rialzo, Dj +0,71%

Wall Street apre in rialzo, Dj +0,71%

 
NEW YORK
Petrolio: in rialzo a Ny a 52,63 dollari

Petrolio: in rialzo a Ny a 52,63 dollari

 
ROMA
Bankitalia taglia Pil 2019 da 1% a 0,6%

Bankitalia taglia Pil 2019 da 1% a 0,6%

 
BOLZANO
Energia,turbina hi tech tutta d'un pezzo

Energia,turbina hi tech tutta d'un pezzo

 

Previdenza - Via internet le denunce contributive all'Inps

Dal 16 settembre gli uffici postali e le banche non le accetteranno più. Le aziende che non hanno ancora adottato la procedura di trasmissione telematica dei dati contributivi, dovranno presentare la modulistica cartacea direttamente agli uffici dell'istituto di previdenza
Dal 16 settembre prossimo, gli Uffici postali e gli Istituti bancari non accetteranno più le denunce contributive di modello DM10/2, attive, passive o totalmente insolute, redatte su modelli cartacei. Pertanto, le aziende che non hanno ancora adottato la procedura di trasmissione telematica dei dati contributivi, dovranno presentare la modulistica cartacea direttamente agli Uffici dell'INPS.
L'Istituto, infatti, rilevata l'esiguità del flusso cartaceo delle denunce in questione, ha stabilito di dare piena attuazione - a decorrere dal periodo di paga del corrente mese di settembre -. alla legge 24/11/2003 n.236 che, a decorrere dal 1° gennaio 2004, obbliga i datori di lavoro a trasmettere all'INPS i dati contributivi per via telematica, a mezzo della rete INTERNET, utilizzando un'apposita procedura.
In fase di prima applicazione della legge ed al fine di consentire all'utenza di adeguare le proprie dotazioni tecnologiche alle nuove disposizioni, l'INPS aveva consentito di utilizzare ancora per qualche tempo la modulistica cartacea esigenza che, dopo circa 9 mesi dall'entrata in vigore della legge, è venuta a cessare.
La trasmissione telematica
Per trasmettere i dati a mezzo INTERNET, i titolari, i legali rappresentanti delle aziende e i soggetti delegati (consulenti del lavoro, avvocati, commercialisti ragionieri, periti commerciali, ecc.) devono essere preventivamente autorizzati dall'INPS e dotati dall'Istituto di un numero d'identificazione personale (PIN), che consente, tra l'altro, all'azienda la verifica della propria situazione anagrafica, dell'inquadramento, il controllo delle coperture contributive e la visualizzazione dei modelli DM10/2 presentati in precedenza.
Il sito INPS
Sul sito INTERNET dell'Istituto (www.inps.it.) è consultabile un'apposita pagina informativa e di servizio, dedicata al modello DM10/2. La documentazione è accessibile, sia dalla voce "informazioni", sia da quella "servizi online", presenti sull'Home Page del sito.
Inoltre, dalla sezione informativa gli interessati possono anche prelevare i modelli per la richiesta del PIN e per la presentazione della dichiarazione di responsabilità. Il PIN verrà inoltre direttamente fornito agli interessati dagli Uffici INPS, anche in occasione della presentazione diretta delle denunce cartacee relative al periodo di paga del corrente mese di settembre.
Adolfo de Mattia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400