Domenica 16 Giugno 2019 | 22:48

NEWS DALLA SEZIONE

GENOVA
Malacalza,Carige senza piano industriale

Malacalza,Carige senza piano industriale

 
GENOVA
Toti e Bucci, premesse candidatura Expo

Toti e Bucci, premesse candidatura Expo

 
VENEZIA
Cgia, lunedì primo 'tax day' da 32,6 mld

Cgia, lunedì primo 'tax day' da 32,6 mld

 
NEW YORK
Petrolio: chiude in rialzo a Ny 52,5 dlr

Petrolio: chiude in rialzo a Ny 52,5 dlr

 
MILANO
Tim: prepara delisting da Borsa New York

Tim: prepara delisting da Borsa New York

 
NEW YORK
Oro ai massimi, fuga verso beni rifugio

Oro ai massimi, fuga verso beni rifugio

 
NEW YORK
Bayer: 5 mld per diserbante alternativo

Bayer: 5 mld per diserbante alternativo

 
LUSSEMBURGO
Ue:a Italia una settimana per nuovi dati

Ue:a Italia una settimana per nuovi dati

 
ROMA
Mit, stop caro-pedaggi A24/A25 fino 31/8

Mit, stop caro-pedaggi A24/A25 fino 31/8

 
MILANO
Borsa: Europa debole, Londra -0,3%

Borsa: Europa debole, Londra -0,3%

 
L'AQUILA
Pedaggi A24/A25, congelato maxiaumento

Pedaggi A24/A25, congelato maxiaumento

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'incidente
Cavallino, ragazze travolte da auto pirata: una 22enne è in comaE a Putignano investiti 3 ciclisti

Cavallino, due ragazze in scooter travolte da auto pirata: 22enne in coma
E a Putignano investiti 3 ciclisti Vd

 
BariIncidente stradale
Putignano, tre ciclisti travolti sulla statale 172: uno è grave + VIDEO +

Putignano, tre ciclisti travolti sulla statale 172: uno è grave

 
TarantoL'annuncio
Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

 
HomeSport
Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

 
MateraL'annuncio dell'ANAS
Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

 
PotenzaLa richiesta
S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

 
FoggiaL'atto di accusa
Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

 
BatTragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 

i più letti

Censimento 2001 Istat: in Puglia occupazione +6,3%

L'aumento determinato dalle unità locali delle imprese (filiali e sedi periferiche) e dalle istituzioni nonprofit. In Basilicata aumenta la voglia d'impresa • Italia: boom della spesa pensionistica
BARI - Sono 237.568 le imprese e le istituzioni (pubbliche e no profit) censite in Puglia dall' Istat durante l' ottavo censimento generale dell' industria e servizi compiuto nel 2001. Rispetto al 1991 il numero delle imprese (191.010) è aumentato del 24.4%. Sono state inoltre rilevate 259.719 unità locali (imprese, filiali e sedi periferiche) che danno origine a 941.717 posti di lavoro, dipendenti e indipendenti. Il censimento del '91 aveva rilevato 217.043 unità locali e 886.038 addetti alle unità locali: l' aumento è stato rispettivamente del 19.7 e del 6.3%.
E' quanto emerge dai dati diffusi dall' ufficio regionale pugliese dell' Istat che rileva che l' aumento complessivo di 42.676 unità locali rispetto al 1991 è determinato dalla crescita delle unità locali delle imprese (+ 38.378) e delle istituzioni nonprofit (+5.798) e dalla diminuzione delle unità locali delle istituzioni pubbliche (- 1.500). In termini di addetti si registra un aumento di 55.679 posti di lavoro (+ 6.3%), dovuto in gran parte alle imprese con 49.271 posti di lavoro (+7,4%) e alle istituzioni nonprofit con 9.645 posti di lavoro (+55.1%), mentre nelle istituzioni pubbliche (( 3.237 addetti) si è riscontrata una flessione (-1,6%).
BARI IN FORTE CRESCITA, TARANTO IN CALO - A livello territoriale il 44,5% degli addetti lavora nella provincia di Bari, il 18,8% nella provincia di Lecce, il 14,6% nella provincia di Foggia, il 13,4% nella provincia di Taranto e l' 8,7% nella provincia di Brindisi. Nella sola provincia di Taranto si registra una diminuzione di addetti rispetto al censimento del 1991 (-3.865), nelle altre province si è avuta una crescita dell' occupazione, dovuta prevalentemente alle imprese: Bari (+ 43.232), Lecce (+9.854), Foggia (+4.237) e Brindisi (+2.221).
NELL' INDUSTRIA E NEI SERVIZI LAVORA IL 75% DEGLI ADDETTI ALLE UNITA' LOCALI DELLE IMPRESE - La maggior parte degli addetti si concentra nel settore industriale e nei servizi: infatti i due settori coprono il 71,9% a Foggia (capoluogo 77,4%), il 76,% a Bari (capoluogo 78,%), il 77,1% a Taranto (capoluogo 81,6%), il 72,4% a Brindisi (capoluogo 84,9%), ed infine il 73,9% a Lecce (capoluogo 77,2%). E' interessante segnalare che l' aumento degli addetti delle imprese in Puglia (+7,4%) è in linea con ciò che si riscontra a livello nazionale (+7,8%).
L' OCCUPAZIONE FEMMINILE AUMENTA IN TUTTI I SETTORI - Prosegue in Puglia, la crescita dell' occupazione femminile nel mondo del lavoro anche se con un andamento più frenato rispetto alla media nazionale: nell' ultimo decennio, infatti, le donne aumentano in Puglia la loro quota occupazionale dal 30,25% al 33,24% (a livello nazionale si è passati dal 34,89% al 38,44%).
IL LAVORO ATIPICO: 26.538 CO.CO.CO e 3.962 INTERINALI - Il lavoro atipico in Puglia segue lo stesso andamento di quello a livello nazionale, infatti il 65,2% dei 26.538 collaboratori coordinati e continuativi rilevati dal censimento lavora per le imprese, prevalentemente nel settore dei servizi. La quota rimanente si ripartisce fra istituzioni pubbliche (18%) e nonprofit (16,8%). I lavoratori interinali sono 3.962 (il 64,4% nelle imprese, il 32,2% lavora nelle istituzioni pubbliche e solo il 3,3% nelle istituzioni nonprofit).
FORMA GIURIDICA DELLE IMPRESE: LE SRL AUMENTANO DEL 147,3% - L' analisi delle imprese per forma giuridica mette in evidenza l' aumento del numero delle società di persone 25.698 (+40,2% rispetto al 1991), delle società a responsabilità limitata 19.722 (+147,3%), delle società per azioni (626, cresciute del 21,1%). Si riscontra, infine, un considerevole aumento delle società cooperative che passano da 2.612 a 4.058 unità con un incremento rispetto al 1991 del 55,4%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE