Venerdì 18 Gennaio 2019 | 02:19

NEWS DALLA SEZIONE

MILANO
Carige: Fitch taglia rating

Carige: Fitch taglia rating

 
TORINO
Pininfarina, partnership con Karma

Pininfarina, partnership con Karma

 
ROMA
Spread chiude stabile a 252

Spread chiude stabile a 252

 
MILANO
Nautica, VYR Viareggio 2019 il 9-12/5

Nautica, VYR Viareggio 2019 il 9-12/5

 
ROMA
Carige:Tria,si auspica soluzione privata

Carige:Tria,si auspica soluzione privata

 
ROMA
Inps:con aumento età 2018 pensioni-20,4%

Inps:con aumento età 2018 pensioni-20,4%

 
CAGLIARI
Toninelli, basta col monopolio Tirrenia

Toninelli, basta col monopolio Tirrenia

 
CAGLIARI
Toninelli,basta monopolio della Tirrenia

Toninelli,basta monopolio della Tirrenia

 
ROMA
Aumento età donne, pensioni 2018 -20,4%

Aumento età donne, pensioni 2018 -20,4%

 
ROMA
Istat, export -0,4% a novembre, +1% anno

Istat, export -0,4% a novembre, +1% anno

 
MILANO
Borsa: Milano apre in rosso (-0,62%)

Borsa: Milano apre in rosso (-0,62%)

 

Melfi - Accordo anche per l'indotto Fiat

I contenuti dell'intesa sono quasi identici a quelli firmati per la fabbrica lucana di auto. I lavoratori dovranno esprimersi con un referendum
POTENZA - I rappresentanti del Consorzio Acm - che raccoglie le 23 aziende dell'indotto della Fiat di Melfi (Potenza), nelle quali lavorano circa 3.200 persone - e i dirigenti di Fiom, Fim, Uilm e Fismic hanno firmato poco fa, a Roma, un'ipotesi di accordo che chiude la vertenza che ha bloccato la fabbrica lucana di auto nelle scorse settimane.
Lo ha reso noto il segretario regionale della Basilicata della Fiom, Giuseppe Cillis, il quale - insieme al coordinatore della segreteria nazionale dell'organizzazione dei metalmeccanici della Cgil, Lello Raffo - ha consegnato ai dirigenti del Consorzio una lettera che contiene l'impegno a firmare la stesura definitiva dell'intesa dopo l'approvazione da parte dei lavoratori.
Nei prossimi giorni, i sindacati organizzeranno nelle 23 aziende assemblee che si concluderanno - fra il 10 e l'11 giugno - con un referendum.
L'ipotesi di accordo è quasi in tutto simile a quella firmata per lo stabilimento di Melfi della Fiat, successivamente approvata a larga maggioranza dai lavoratori. I punti sono quattro: l'aumento del salario di 105 euro (entro due anni) e l'introduzione della quattordicesima mensilità, l'orario di lavoro, il miglioramento delle condizioni di lavoro e - al quarto posto - le prospettive occupazionali. In particolare, quest'ultimo punto contiene la novità della cosiddetta «mobilità orizzontale»: in pratica, se una delle aziende, a causa delle condizioni di mercato, dovesse avere difficoltà e scegliesse la mobilità per i suoi dipendenti, questi troveranno posto in altre aziende del Consorzio Acm, senza perdere il lavoro. Inoltre, l'accordo prevede la presentazione da parte delle aziende dei piani industriali entro il 31 dicembre: le aziende che vivono una condizione di difficoltà, ne anticiperanno la presentazione al prossimo mese di luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400