Domenica 05 Luglio 2020 | 02:25

NEWS DALLA SEZIONE

stile di vita italiano
Festival Italiano a Shanghai: cibo, auto, moda e sport

Festival Italiano a Shanghai: cibo, auto, moda e sport

 
Alcune novità in campo
Euro

Bonus vacanze da 1 luglio, ma anche superbonus casa e taglio cuneo fiscale

 
Anche a Bologna
Locazione, contributo Regione per affitto

Locazione, contributo Regione per affitto

 
DL RILANCIO
Contributo a fondo perduto

Contributo a fondo perduto, domande dal 15 giugno 2020

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl ritrovamento
Auto, 200 pneumatici e bare abbandonati nel bosco di Gravina: sequestrati

Auto, 200 pneumatici e bare abbandonati nel bosco di Gravina: sequestrati

 
TarantoPolveri sottili
Arcelor Mittal, Bonelli: «L'inquinamento a Taranto è legalizzato. Indaghi la Procura»

Arcelor Mittal, Bonelli: «L'inquinamento a Taranto è legalizzato. Indaghi la Procura»

 
LecceMaltempo
Pioggia e grandine a Casarano: le strade si trasformano in torrenti

Pioggia e grandine a Casarano: le strade si trasformano in torrenti. FOTO

 
BatOccupazione e salute
Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

Fase 3, Asl Bat proroga tutti i contratti degli Oss fino a gennaio

 
PotenzaTemporali
Maltempo, 9 allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco

Maltempo, allagamenti nel Potentino: 9 squadre dei vigili del fuoco a lavoro

 
FoggiaFine campagna
Foggia, il grano duro di alta qualità, ma allarmano le rese basse

Foggia, il grano duro di alta qualità, ma allarmano le rese basse

 
BrindisiI controlli dei cc
Brindisi, scovati 11 «furbetti»del reddito di cittadinanza : avevano percepito 44mila euro da febbraio

Brindisi, scovati 11 «furbetti»del reddito di cittadinanza : avevano percepito 44mila euro da febbraio

 

i più letti

Nuove etichette per gibi Ogm

Un vademecum di Coldiretti per riconoscere i cibi biotech sugli scaffali, che al momento riguarda prodotti per alimentazione umana contenenti o derivate da soia, colza e mais non provenienti dall'Italia
ROMA, 18 aprile 2004 - Con la riapertura domani dei negozi alimentari l'eventuale presenza di organismi transgenici dovrà essere obbligatoriamente indicata nelle etichette degli alimenti e dei mangimi commercializzati in tutta l'Unione Europea grazie ad un sistema di rintracciabilità ed etichettatura «dalla fattoria al supermercato» che dovrà essere garantita da adeguati controlli, per consentire ai consumatori e agli agricoltori di distinguerli da quelli tradizionali. E' quanto ricorda la Coldiretti, che ha elaborato un vademecum per riconoscere i cibi biotech sugli scaffali, in riferimento all'entrata in vigore dei Regolamenti CE. La nuova normativa sull'etichettatura degli alimenti biotech - precisa la Coldiretti - riguarda attualmente prodotti per alimentazione umana (come gelati, oli, merendine e farine) contenenti o derivate da soia, colza e mais non provenienti dall'Italia, dove resta il divieto di coltivazione.
Gli Ogm importati o prodotti nell'Unione Europea dovranno infatti essere identificati con un codice che sarà trasmesso dagli operatori lungo tutta la catena alimentare e la loro presenza negli alimenti dovrà essere indicata in etichetta se superiore allo 0,9% (0,5% per quelli in corso di autorizzazione), mentre non è ammesso alcun margine per gli Ogm non autorizzati.
La presenza di Ogm - precisa la Coldiretti - deve essere indicata su tutti gli alimenti venduti preconfezionati e sfusi e in particolare ingredienti, additivi e atomi prodotti a partire da Ogm sono assoggettati all'obbligo di etichettatura Ogm che vale anche nelle ipotesi in cui non siano rilevabili tracce di proteine/DNA geneticamente modificato.

VADEMECUM PER RICONOSCERE I CIBI BIOTECH SUGLI SCAFFALI
1) La presenza di Ogm deve essere indicata su tutti gli alimenti venduti preconfezionati e sfusi e in particolare, tutti gli ingredienti, additivi e atomi prodotti a partire da OGM, sono assoggettati all'obbligo di etichettatura OGM che vale anche nelle ipotesi in cui non siano rilevabili tracce di proteine/DNA geneticamente modificato (esempio prodotti raffinati come olio di semi OGM);
2) Per gli alimenti preconfezionati senza lista degli ingredienti l'indicazione relativa all'origine OGM deve apparire sull'etichetta attraverso la menzione «geneticamente modificato» o «prodotto da (nome dell'ingrediente) geneticamente modificato» (Esempio: «mais geneticamente modificato» in preparati per polenta);
3) Per gli alimenti preconfezionati con elenco degli ingredienti l'indicazione dell'ingrediente deve essere completata dall'informazione sull'origine OGM (Esempio: «sciroppo di glucosio prodotto da mais geneticamente modificato»);
4) Per gli alimenti venduti sfusi o imballati in confezioni di superficie inferiore a 10 cm2 l'informazione relativa all'origine OGM dovrà essere resa evidente sull'espositore o sull'imballaggio: (Esempio: «pane con farina di soia prodotta da soia geneticamente modificata»). Il prodotto contenente o costituito da un «OGM» (esempio germogli di soia geneticamente modificati in vendita al reparto verdure o contenuti in un'insalata) deve venire presentato con indicazione apposita (Esempio: «questo prodotto contiene soia geneticamente modificata»).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie