Sabato 16 Febbraio 2019 | 16:14

NEWS DALLA SEZIONE

VENEZIA
Banche: Cgia, -0,7% prestiti a imprese

Banche: Cgia, -0,7% prestiti a imprese

 
NEW YORK
Petrolio: chiude in rialzo a Ny

Petrolio: chiude in rialzo a Ny

 
ROMA
Spread Btp-Bund chiude a 269 punti base

Spread Btp-Bund chiude a 269 punti base

 
MILANO
Fitch taglia Pil Italia, +0,3% nel 2019

Fitch taglia Pil Italia, +0,3% nel 2019

 
BARI
Autonomia: Anci, occorre mettere paletti

Autonomia: Anci, occorre mettere paletti

 
ROMA
Spread Btp-Bund cala a 272 punti base

Spread Btp-Bund cala a 272 punti base

 
NEW YORK
Petrolio: in rialzo a Ny a 54,98 dollari

Petrolio: in rialzo a Ny a 54,98 dollari

 
ROMA
Corte Conti: 2019 non facile

Corte Conti: 2019 non facile

 
ROMA
Csc, stop clausole di salvaguardia

Csc, stop clausole di salvaguardia

 
ROMA

 
BRUXELLES
Tav:Ue,Roma dica come rispetterà accordo

Tav:Ue,Roma dica come rispetterà accordo

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
LecceControlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
TarantoIn via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
BariRunning heart
Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la Corsa del cuore

Bari, occhio al traffico e ai divieti: domenica c'è la corsa del cuore

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Nuove etichette per gibi Ogm

Un vademecum di Coldiretti per riconoscere i cibi biotech sugli scaffali, che al momento riguarda prodotti per alimentazione umana contenenti o derivate da soia, colza e mais non provenienti dall'Italia
ROMA, 18 aprile 2004 - Con la riapertura domani dei negozi alimentari l'eventuale presenza di organismi transgenici dovrà essere obbligatoriamente indicata nelle etichette degli alimenti e dei mangimi commercializzati in tutta l'Unione Europea grazie ad un sistema di rintracciabilità ed etichettatura «dalla fattoria al supermercato» che dovrà essere garantita da adeguati controlli, per consentire ai consumatori e agli agricoltori di distinguerli da quelli tradizionali. E' quanto ricorda la Coldiretti, che ha elaborato un vademecum per riconoscere i cibi biotech sugli scaffali, in riferimento all'entrata in vigore dei Regolamenti CE. La nuova normativa sull'etichettatura degli alimenti biotech - precisa la Coldiretti - riguarda attualmente prodotti per alimentazione umana (come gelati, oli, merendine e farine) contenenti o derivate da soia, colza e mais non provenienti dall'Italia, dove resta il divieto di coltivazione.
Gli Ogm importati o prodotti nell'Unione Europea dovranno infatti essere identificati con un codice che sarà trasmesso dagli operatori lungo tutta la catena alimentare e la loro presenza negli alimenti dovrà essere indicata in etichetta se superiore allo 0,9% (0,5% per quelli in corso di autorizzazione), mentre non è ammesso alcun margine per gli Ogm non autorizzati.
La presenza di Ogm - precisa la Coldiretti - deve essere indicata su tutti gli alimenti venduti preconfezionati e sfusi e in particolare ingredienti, additivi e atomi prodotti a partire da Ogm sono assoggettati all'obbligo di etichettatura Ogm che vale anche nelle ipotesi in cui non siano rilevabili tracce di proteine/DNA geneticamente modificato.

VADEMECUM PER RICONOSCERE I CIBI BIOTECH SUGLI SCAFFALI
1) La presenza di Ogm deve essere indicata su tutti gli alimenti venduti preconfezionati e sfusi e in particolare, tutti gli ingredienti, additivi e atomi prodotti a partire da OGM, sono assoggettati all'obbligo di etichettatura OGM che vale anche nelle ipotesi in cui non siano rilevabili tracce di proteine/DNA geneticamente modificato (esempio prodotti raffinati come olio di semi OGM);
2) Per gli alimenti preconfezionati senza lista degli ingredienti l'indicazione relativa all'origine OGM deve apparire sull'etichetta attraverso la menzione «geneticamente modificato» o «prodotto da (nome dell'ingrediente) geneticamente modificato» (Esempio: «mais geneticamente modificato» in preparati per polenta);
3) Per gli alimenti preconfezionati con elenco degli ingredienti l'indicazione dell'ingrediente deve essere completata dall'informazione sull'origine OGM (Esempio: «sciroppo di glucosio prodotto da mais geneticamente modificato»);
4) Per gli alimenti venduti sfusi o imballati in confezioni di superficie inferiore a 10 cm2 l'informazione relativa all'origine OGM dovrà essere resa evidente sull'espositore o sull'imballaggio: (Esempio: «pane con farina di soia prodotta da soia geneticamente modificata»). Il prodotto contenente o costituito da un «OGM» (esempio germogli di soia geneticamente modificati in vendita al reparto verdure o contenuti in un'insalata) deve venire presentato con indicazione apposita (Esempio: «questo prodotto contiene soia geneticamente modificata»).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400