Lunedì 21 Settembre 2020 | 02:15

NEWS DALLA SEZIONE

Croazia: a Zagabria il Gay Pride con misure anti-covid

Croazia: a Zagabria il Gay Pride con misure anti-covid

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,05%)

Borsa: Tokyo, apertura piatta (+0,05%)

 

Calano investimenti diretti cinesi all'estero nel 2020

 

Eurostat, nel 2020 Cina è primo partner commerciale dell'Ue

 

Esperti, 'la Cina è la chiave della ripresa globale'

 
PECHINO
Borsa, Hong Kong apre in calo

Borsa, Hong Kong apre in calo

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura in lieve ribasso

Borsa: Tokyo, apertura in lieve ribasso

 
WELLINGTON
La Nuova Zelanda entra in recessione

La Nuova Zelanda entra in recessione

 
PECHINO
Borsa, Hong Kong apre poco mossa

Borsa, Hong Kong apre poco mossa

 
TOKYO
Borsa: Tokyo, apertura in ribasso

Borsa: Tokyo, apertura in ribasso

 
WASHINGTON
TikTok, ByteDance dice no a Microsoft

TikTok, ByteDance dice no a Microsoft

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso ad Adelfia
Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

Elezioni 2020, nel Barese scarseggiano le urne di riserva: schede troppo grandi e ingombranti

 
MateraIl caso
Elezioni, fotografano schede votate: 2 denunciati a Matera

Elezioni, fotografano schede votate: 2 denunciati a Matera

 
BrindisiIl caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 
HomeIl ritorno del contagio
Coronavirus in Puglia, adesso preoccupa un centro disabili a Foggia

Coronavirus in Puglia, adesso preoccupa un centro disabili a Foggia

 
NewsweekL'iniziativa
Ferrero sceglie Grotta della poesia e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

Ferrero sceglie Roca (Melendugno) e Alberobello per l'edizione limitata della collezione «Nutella»

 
BatLa ricorrenza
Trani, ucciso per sedare una rissa: il ricordo di Biagio Zanni

Trani, ucciso per sedare una rissa: il ricordo di Biagio Zanni

 
TarantoRiciclaggio
Taranto, auto di lusso sequestrata dalla stradale

Taranto, auto di lusso sequestrata dalla Polstrada

 
PotenzaLa pena inflitta
Stupro a S. Valentino condannato 36enne di Abriola a 6 anni e 6 mesi

Abriola, stupro di S. Valentino: condannato 36enne a 6 anni e 6 mesi

 

i più letti

TERNI

Lavoro: sciopero otto ore alla Treofan di Terni

Presidio lavoratori davanti alle portinerie

TERNI, 11 GIU - E' iniziato alle 10 di stamani lo sciopero di otto ore proclamato dall'assemblea dei lavoratori della Treofan, per sollecitare risposte urgenti e concrete sul futuro dello stabilimento del polo chimico di Terni. I dipendenti si sono ritrovati davanti alle portinerie degli automezzi per un presidio che proseguirà fino alla conclusione dello stop al lavoro. "Abbiamo necessità di un incontro con i vertici dell'azienda" ha spiegato Massimo Serantoni, rappresentante rsu della Femca Cisl. "Ci sono difficoltà tecniche nelle produzioni - ha aggiunto -, ma non attenuanti dettate dal momento storico, visto che, essendo produttori di film per imballaggi, il nostro è un mercato fiorente. E' dunque necessario un incontro per capire perché non si fa crescere questo stabilimento". Secondo quanto riferito dai sindacati la produzione del prodotto di punta del sito, il film laccato, è passata dalle 8 mila tonnellate del 2019 alle 2 mila registrate fino ad oggi nel 2020. "Noi ci siamo fatti le nostre idee - ha aggiunto Davide Lulli, rsu della Filctem Cgil - crediamo che Jindal abbia acquisito Treofan solo per le nostre specialties, che loro non avevano, come il mercato del tabacco. Siamo preoccupati dal fatto che questo sia solo un primo tassello. Per questo abbiamo necessità di risposte, soprattutto dal ministero e dalle istituzioni". Per Fabio Boncio, della Uiltec, la società "sta spostando tutte produzioni di marchio Treofan in altri siti europei Jindal mentre alcuni impianti camminano al 50% rispetto a prima". "Ci sono 150 famiglie che lavorano in questa fabbrica e non solo - ha concluso -, perché nel sito della Polymer sono integrati anche altri stabilimenti e a cascata potrebbe essere un problema di tutta la chimica ternana". La richiesta di un incontro con la società è stata avanzata ufficialmente al ministero dello Sviluppo economico dalle segreterie nazionali di Filctem, Femca e Uiltec. Anche l'Ugl chimici, che ha aderito allo sciopero, chiede al dicastero di intervenire "con forza per definire una assurda vertenza con una proprietà sfuggevole". Per il sindacato la volontà di Jindal è quella "di impoverire Terni per chiudere la produzione e delocalizzarla all'estero". (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie