Domenica 20 Gennaio 2019 | 20:56

NEWS DALLA SEZIONE

AVEZZANO (L'AQUILA)
Di Maio, stabilizzeremo i 10 mila tutor

Di Maio, stabilizzeremo i 10 mila tutor

 
ROMA
Voci fusione Renault-Nissan, smentita

Voci fusione Renault-Nissan, smentita

 
ROMA
Alitalia: Di Maio, a lavoro sul piano

Alitalia: Di Maio, a lavoro sul piano

 
ROMA
Con scorporo rete Tim rimane dominante

Con scorporo rete Tim rimane dominante

 
VENEZIA
Pil: Cgia, poca crescita,rischio manovra

Pil: Cgia, poca crescita,rischio manovra

 
MILANO
Luxottica: addio alla Borsa di Milano

Luxottica: addio alla Borsa di Milano

 
ROMA
Spread Btp-Bund chiude in calo a 247

Spread Btp-Bund chiude in calo a 247

 
WASHINGTON
Wall Street apre in rialzo, Dj +0,71%

Wall Street apre in rialzo, Dj +0,71%

 
NEW YORK
Petrolio: in rialzo a Ny a 52,63 dollari

Petrolio: in rialzo a Ny a 52,63 dollari

 
ROMA
Bankitalia taglia Pil 2019 da 1% a 0,6%

Bankitalia taglia Pil 2019 da 1% a 0,6%

 
BOLZANO
Energia,turbina hi tech tutta d'un pezzo

Energia,turbina hi tech tutta d'un pezzo

 

MILANO

Borsa: Milano chiude in rosso con banche

Piazza Affari in linea con Ue, spread Btp-Bund a quota 280 punti

Borsa: Milano chiude in rosso con banche

MILANO, 14 DIC - La Borsa di Milano archivia in rosso la settimana, insieme agli altri listini del Vecchio Continente. Gli investitori guardano alla trattativa del governo italiano con l'Europa sulla manovra di bilancio ed i dati deludenti degli indici Pmi manifatturiero dell'Eurozona. Chiude stabile lo spread tra Btp e Bund tedesco a quota 280 punti. Piazza Affari è stata appesantita dalle vendite sulle banche con Mps (-2,5%), Ubi (-2%), Banco Bpm (-1,8%), Bper (-1,5%), Unicredit (-1,1%) e Intesa (-0,8%). Andamento negativo anche per il comparto dell'auto e della componentistica, in linea con gli altri titoli europei dopo il calo delle vendite registrate a novembre. In rosso Pirelli (-2,6%), Ferrari e Brembo (-2,2%), Cnh (-1,8%) ed Fca (-0,7%). In forte calo Stefanel (-10%), dopo la nuova richiesta di concordato presentata ieri. Di segno opposto Ovs (+11%), nonostante i risultati poco positivi del trimestre. In positivo anche Terna, Poste e Mediobanca (+0,9%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400