Giovedì 18 Aprile 2019 | 20:18

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Xylella, bufera in Regione si dimettono i dirigenti Inchiesta, lascia Silletti 

Xylella, bufera in Regione si dimettono i dirigenti Inchiesta, lascia Silletti 
BARI - A partire da gennaio la Regione dovrà organizzarsi per gestire "con procedure ordinarie" l'emergenza Xylella.  E dovrà farlo senza i dirigenti che fino ad oggi se ne sono occupati. Dopo gli avvisi di garanzia della Procura di Lecce, i dirigenti interessati hanno infatti scritto all'assessore all'Agricoltura, Leo Di Gioia, per invitarlo a valutare l'opportunità di destinarli ad altri incarichi che non comprendano attività collegate all'infezione degli ulivi. Questo perché il prosieguo delle indagini, in cui la stessa Regione per mezzo del presidente Michele Emiliano ha chiesto di essere considerata parte offesa, potrebbe riservare altri sviluppi clamorosi. 
Con la fine dello stato di emergenza, sancito dal Dipartimento di protezione civile in contemporanea alle dimissioni del commissario Giuseppe Silletti, la Regione erediterà anche la dotazione finanziaria fin qui garantita dallo Stato. Si tratta di circa 13 milioni di euro non ancora spesi per le attività di monitoraggio e per quelle di estirpazione degli ulivi, oggi bloccate per ordine dei magistrati di Lecce. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400