Giovedì 28 Maggio 2020 | 17:50

Il Biancorosso

serie C
Il tecnico biancorosso Vincenzo Vivarini

Il Bari pronto a tornare in campo: i play-off l’ipotesi più credibile

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

 
Leccel'incidente
Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

 
Foggial'indagine
Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

 
Baritecnologia
Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

 
Brindisinel Brindisino
Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

 
Batnella bat
Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

 
Materatecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 

i più letti

M5S Puglia: giunta riveda bandi ricerca

M5S Puglia: giunta riveda bandi ricerca
 BARI – "Il Governo regionale adesso riveda urgentemente i bandi mirati per attività di ricerca per la prevenzione e il contenimento del 'Codirò (Complesso del disseccamento rapido dell’olivo) per una copertura finanziaria complessiva di 2 milioni di euro". Lo dichiara il consigliere regionale pugliese M5S, Cristian Casili, dopo il blocco delle eradicazioni degli ulivi disposto dalla Procura di Lecce che indaga sull'emergenza Xylella.

Il riferimento è ai tre bandi per attività di ricerca, sperimentazione e trasferimento dell’innovazione per la prevenzione e il contenimento della Xylella fastidiosa presentati in ottobre dall’assessore alle Risorse agroalimentari Leo Di Gioia e previsti dal documento "Linee guida per il Parco della ricerca e sperimentazione finalizzata alla prevenzione e al contenimento del Complesso del disseccamento rapido dell’olivo (Codiro)", approvato con deliberazione della Giunta Regionale n.1410 del 12 giugno 2015.

"Questo investimento importante – prosegue Casili – adesso deve coinvolgere tutti i ricercatori e le Università che fino ad ora non hanno avuto spazio e che più volte hanno duramente criticato l’approccio dell’osservatorio fitosanitario regionale, del Cnr e dello Iamb che hanno sempre sostenuto un piano degli interventi che oggi è al vaglio della magistratura. Le risorse pubbliche siano destinate adesso ad una ricerca di campo multidisciplinare che sia allargata a tutti gli scienziati che in questi mesi hanno valutato con serenità tutti i fattori che entrano in gioco nel disseccamento degli ulivi con un approccio sostenibile senza utilizzo di pesticidi e senza abbattimenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie