Venerdì 15 Novembre 2019 | 04:06

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'indagine del 2015
Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

 
MateraIl ritrovamento
Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

 
TarantoLa polemica
Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

 
LecceIl caso
Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

 
BariLa sentenza
Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata la badante

Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata a 21 anni la badante

 
FoggiaA poggio imperiale
Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

 
BrindisiAgricoltura
Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 

i più letti

Xylella, sospeso dal Tar fino al 16 dicembre il taglio degli ulivi sani

Xylella, sospeso dal Tar fino al 16 dicembre il taglio degli ulivi sani
BRINDISI – Il Tar del Lazio ha concesso la sospensiva del piano del commissario straordinario Giuseppe Silletti nella parte in cui dispone l’eradicazione degli ulivi che si trovano nel raggio dei 100 metri rispetto a quelli infetti da Xylella fastidiosa, il batterio che ne provoca il disseccamento. Le ruspe non potranno intervenire, quindi, fino al prossimo 16 dicembre, data in cui sarà discusso il merito di tutti i ricorsi formulati. La sospensiva ha valore solo nei terreni di quanti hanno formulato l’impugnazione che si trovano a Oria, Torchiarolo e Cellino San Marco.  

Il Tar del Lazio ha rigettato il ricorso formulato da un agricoltore salentino che chiedeva la sospensiva dell’intero piano Silletti che dispone, tra l’altro, l'abbattimento degli ulivi contagiati dal batterio Xylella e risultati quindi positivi alle analisi. Non sono stati presentati elementi di prova idonei, ritengono i giudici amministrativi, a "configurare che le piante indicate nel provvedimento impugnato in realtà non siano 'infettè, non essendo sufficiente allo scopo quella sulla loro produttività".

Non è stata accolta anche l'istanza di 'stop' agli abbattimenti avanzata dal Consorzio di vivaisti salentini riguardo alle limitazioni alla commercializzazione delle piante 'ospitì.

A quanto argomentato dai giudici amministrativi, negli atti dirigenziali del 16 e 19 ottobre scorso, con cui si attua il piano di interventi anti-xylella, emergerebbe una presunta contraddittorietà tra quanto previsto dall’articolo 8, che prevede l’estirpazione delle piante nel raggio dei cento metri, e quanto previsto invece dall’articolo 6, riguardo ai trattamenti fitosanitari preventivi.

Il merito delle impugnazioni sarà discusso nell’udienza pubblica del 16 dicembre prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie