Giovedì 28 Maggio 2020 | 18:14

Il Biancorosso

serie C
Il tecnico biancorosso Vincenzo Vivarini

Il Bari pronto a tornare in campo: i play-off l’ipotesi più credibile

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

ArcelorMittal, non c'è accordo tra azienda e sindacati su proroga cig Covid

 
Leccel'incidente
Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

Operaio morto in cantiere gasdotto Salento: indagato autista macchina posatubi

 
Foggial'indagine
Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

Foggia, conclusi test sierologici al Policlinico: positivo al Covid l'1,9% dei dipendenti

 
Baritecnologia
Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

Policlinico Bari, il corso di preparazione al parto si segue online

 
Brindisinel Brindisino
Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

Ambiente, Emiliano: «Enel dismetterà Gruppo 2 centrale Cerano

 
Batnella bat
Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

 
Materatecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 

i più letti

Xylella, sospeso dal Tar fino al 16 dicembre il taglio degli ulivi sani

Xylella, sospeso dal Tar fino al 16 dicembre il taglio degli ulivi sani
BRINDISI – Il Tar del Lazio ha concesso la sospensiva del piano del commissario straordinario Giuseppe Silletti nella parte in cui dispone l’eradicazione degli ulivi che si trovano nel raggio dei 100 metri rispetto a quelli infetti da Xylella fastidiosa, il batterio che ne provoca il disseccamento. Le ruspe non potranno intervenire, quindi, fino al prossimo 16 dicembre, data in cui sarà discusso il merito di tutti i ricorsi formulati. La sospensiva ha valore solo nei terreni di quanti hanno formulato l’impugnazione che si trovano a Oria, Torchiarolo e Cellino San Marco.  

Il Tar del Lazio ha rigettato il ricorso formulato da un agricoltore salentino che chiedeva la sospensiva dell’intero piano Silletti che dispone, tra l’altro, l'abbattimento degli ulivi contagiati dal batterio Xylella e risultati quindi positivi alle analisi. Non sono stati presentati elementi di prova idonei, ritengono i giudici amministrativi, a "configurare che le piante indicate nel provvedimento impugnato in realtà non siano 'infettè, non essendo sufficiente allo scopo quella sulla loro produttività".

Non è stata accolta anche l'istanza di 'stop' agli abbattimenti avanzata dal Consorzio di vivaisti salentini riguardo alle limitazioni alla commercializzazione delle piante 'ospitì.

A quanto argomentato dai giudici amministrativi, negli atti dirigenziali del 16 e 19 ottobre scorso, con cui si attua il piano di interventi anti-xylella, emergerebbe una presunta contraddittorietà tra quanto previsto dall’articolo 8, che prevede l’estirpazione delle piante nel raggio dei cento metri, e quanto previsto invece dall’articolo 6, riguardo ai trattamenti fitosanitari preventivi.

Il merito delle impugnazioni sarà discusso nell’udienza pubblica del 16 dicembre prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie