Sabato 23 Febbraio 2019 | 07:32

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Xylella, ispettori Ue nei vivai del Salento

Xylella, ispettori Ue nei vivai del Salento
BRINDISI – Stanno proseguendo il giro di sopralluoghi nel Salento gli ispettori della commissione europea inviati in Puglia dove resteranno fino a venerdì per verificare lo stato di attuazione delle misure approvate a Bruxelles per contrastare la diffusione del batterio killer degli ulivi, la Xylella. Oggi gli ispettori stanno compiendo verifiche presso alcuni vivai della zona, ieri sono stati a Brindisi presso la sede provinciale dell’Ispettorato dell’Agricoltura dove hanno prelevato documenti e materiale in materia di Xylella.

E poi a Oria (Brindisi) dove è stato individuato dal piano del commissario straordinario per l’emergenza, Giuseppe Silletti, un focolaio di diffusione e dove, secondo le misure Ue che prevedono la "rimozione sistematica di tutte le piante infette" oltre che test accurati "di tutte le piante circostanti nell’arco di 100 metri in una zona di 20 km adiacente alle province di Brindisi e Taranto", potrebbe essere posta in atto una incisiva opera di abbattimenti, trattandosi di una zona di confine rispetto a quella maggiormente "infettata" che è centralizzata nel Salento.

Gli ispettori Ue, a quanto si è appreso, resteranno in Puglia fino a venerdì. A Oria e anche in altri siti hanno verificato la messa in atto delle 'buone pratichè di potatura e aratura ritenute necessarie alla prevenzione della diffusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400