Domenica 17 Febbraio 2019 | 13:41

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
FoggiaNella notte
Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

De Castro: eradicazioni di ulivi infetti solo ad Oria Vendola: serve solidarietà Ue Fermate le ruspe a Veglie

BRUXELLES – "Eradicazioni massicce non le propone nessuno", così il presidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro, a margine di un incontro col presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. "Il problema è che la Xylella è un batterio da quarantena. La direttiva dice che le fonti di inoculo vanno eradicate, ma non nelle zone infette, nella zona cuscinetto, dove dobbiamo bloccare l’avanzata verso nord.
L'assessore all'Agricoltura: Nessun ritardo da parte della Regione
De Castro: eradicazioni di ulivi infetti solo ad Oria Vendola: serve solidarietà Ue Fermate le ruspe a Veglie
BRUXELLES – "Eradicazioni massicce non le propone nessuno", così il presidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro, a margine di un incontro col presidente della Regione Puglia Nichi Vendola. "Il problema è che la Xylella è un batterio da quarantena - spiega De Castro -. La direttiva dice che le fonti di inoculo vanno eradicate, ma non nelle zone infette, nella zona cuscinetto, dove dobbiamo bloccare l’avanzata verso nord. È lì che dobbiamo eradicare le piante infette in modo selettivo, per togliere le fonti di inoculo e garantire che non ci sia rischio che questa batteriosi avanzi verso il nord della Puglia".

"Poi – aggiunge – nelle aree infette dobbiamo trovare dei modi di convivenza, ecco perchè questa nostra risoluzione vuole chiedere all’Europa più impegno sulla ricerca, perchè è indubbiamente un fatto nuovo a cui la ricerca deve dare delle risposte".
Sulla Xylella "mi aspetto che ci sia un gioco di squadra, non solo da parte dei gruppi politici dell’Europarlamento, ma anche da parte della Commissione, perchè non c'è dubbio che il sistema di gestione delle frontiere europee ha fatto acqua, perchè questo batterio da qualche parte è entrato", ha sottolineato De Castro.  "Di certo – sottolinea De Castro – non è colpa degli agricoltori, che devono essere sostenuti in questo drammatico problema".

L'INTERVISTA A DE CASTRO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400