Giovedì 18 Aprile 2019 | 20:45

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Taranto: giovedì picco di polveri sottili Peacelink: stop all'Ilva

Taranto: giovedì picco di polveri sottili Peacelink: stop all'Ilva
TARANTO - «Domani è previsto a Taranto il superamento del limite di legge per le polveri molto sottili (pm2,5). Le previsioni del sito il meteo.it indicano infatti a Taranto uno sforamento del limite di 25 microgrammi a metro cubo per il pm2,5. Riteniamo l’azione del sindaco di Taranto sia insufficiente. Per passare un Natale sereno vanno fermate le cokerie dell’Ilva». Lo denuncia in una nota Alessandro Marescotti, presidente di Peacelink Taranto, spiegando che sarà ancora più elevata la concentrazione prevista per il PM10. 
 «Vento da nordovest (ossia dall’area industriale) - spiega - è previsto non solo per domani ma anche per Natale e per Santo Stefano. Le previsioni di Peacelink annunciate a fine novembre si sono purtroppo avverate. Le condizioni meteo giocano un ruolo preminente nel determinare a Taranto situazioni di inquinamento che la Asl ha valutato applicando il principio di massima precauzione, indicando fasce orarie in cui è consigliabile aprire e non aprire le finestre». Marescotti ricorda infine che, "sulla base dello studio Sentieri dell’Istituto superiore di sanità, per ogni incremento di 10 microgrammi a metro cubo di polveri sottili (PM10) i decessi registrati a Taranto sono risultati più che doppi rispetto al resto d’Italia, a dimostrazione che le polveri sottili di Taranto sono più tossiche». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400