Lunedì 08 Marzo 2021 | 11:33

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Profanate le tombe di Ciccio e Tore, i fratellini di Gravina: la denuncia del papà e del sindaco

Profanate le tombe di Ciccio e Tore, i fratellini di Gravina: la denuncia del papà e del sindaco

 
MateraIl ritrovamento
Un'antica cisterna recuperata nel Parco della Murgia materana

Un'antica cisterna recuperata nel Parco della Murgia materana

 
Potenza'artefici del nostro destino'
8 marzo a Potenza, un mega manifesto all'ingresso della città con 24 volti di donne

8 marzo a Potenza, un mega manifesto all'ingresso della città con 24 volti di donne

 
FoggiaIl caso
Notte di fuoco nel Foggiano, in fiamme 2 baracche nel ghetto: incendiati tir e auto

Notte di fuoco nel Foggiano, in fiamme 2 baracche nel ghetto: incendiati tir e auto

 
Lecce8 marzo
«Sul podio c'è spazio per due», gli studenti leccesi celebrano la donna

«Sul podio c'è spazio per due», gli studenti leccesi celebrano la donna

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

Ilva: rinvio processo Taranto per astensione penalisti

Ilva: rinvio processo Taranto per astensione penalisti
TARANTO – E' stato rinviato al 9 dicembre, a causa dell’astensione già proclamata dall’Unione italiana delle Camere Penali, il processo 'Ambiente svendutò, a carico di vertici Ilva, politici, imprenditori e funzionari ministeriali e regionali, legato al presunto disastro ambientale causato dallo stabilimento siderurgico di Taranto.

Sono 47 gli imputati (44 persone fisiche e tre società) e circa mille le parti civili. Il processo si celebra dinanzi alla Corte di assise perchè tra i reati contestati c'è anche l'avvelenamento delle acque o di sostanze alimentari. Le altre accuse vanno dall’associazione per delinquere finalizzata al disastro ambientale al getto pericoloso di cose, dall’omissione di cautele sui luoghi di lavoro che avrebbero causato, tra gli altri, due 'morti bianchè, alla concussione, oltre a falsa testimonianza e favoreggiamento.

La prima udienza era slittata a causa di una omessa notifica. Il processo deve ancora entrare nel vivo.

 Oggi, dopo l’appello degli imputati, è stata ratificata la costituzione di altre due parti civili e poi la Corte d’assise (presieduta da Michele Petrangelo, a latere Fulvia Misserini più i sei giudici popolari) ha fissato il calendario delle prossime udienze: il 9, il 15 e il 22 dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie