Giovedì 18 Aprile 2019 | 20:17

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Ilva: riparte treno nastri 1 colate ridotte per acciaierie Domani incontro azienda-sindacati

Ilva: riparte treno nastri 1 colate ridotte per acciaierie Domani incontro azienda-sindacati
TARANTO – L'Ilva continuerà a marciare con le acciaierie 1 e 2, ma le colate continue saranno ridotte a seconda delle esigenze di produzione. Lo si apprende da fonti aziendali alla vigilia dell’incontro con i sindacati territoriali sugli assetti di marcia. Nei giorni scorsi era circolata nello stabilimento la voce di una possibile fermata dell’Acciaieria 1, riavviata da poche settimane dopo i lavori di manutenzione, ma l’impianto resterà in marcia anche se con produzione ridotta e contestualmente all’Acciaieria 2.

Non è previsto, a quanto si apprende, lo spegnimento degli altiforni (sono in marcia l’1, il 2 e 4), ma non saranno utilizzati a pieno regime. E’ probabile che aumenti il numero di lavoratori sottoposti a contratti di solidarietà. Secondo quanto riferisce l’azienda, inoltre, a metà ottobre sarà riavviato il treno nastri 1 (sono già iniziate le operazioni di ripartenza), mentre il treno nastri 2 subirà una fermata programmata per qualche giorno a novembre. Infine, l’azienda stima di chiudere la produzione annuale sui 5 milioni di tonnellate di ghisa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400