Giovedì 18 Agosto 2022 | 06:54

In Puglia e Basilicata

automotive

Pronta a sfrecciare la nuova monoposto realizzata dagli studenti del Politecnico di Bari

Pronta a sfrecciare la nuova monoposto realizzata dagli studenti del Politecnico di Bari

Ecco la «Pc6 Levante» di Formula Student. E avanza la sinergia con la Ferrari sui motori elettrici

01 Luglio 2022

Redazione Primo Piano

BARI - Si alza il sipario sulla nuova monoposto di Formula Student progettata e costruita dagli studenti del Politecnico di Bari e destinata alle competizioni di categoria, a livello nazionale e internazionale. Poliba Corse, il team racing del Politecnico di Bari, ha presentato ieri la «PC6 Levante», frutto di un lavoro di squadra tra studenti, laureandi e docenti di vari corsi di laurea: sarà in pista a Varano de’ Melegari, in provincia di Parma, dal 13 al 17 luglio, per la competizione nazionale cui partecipano le varie università italiane e poi ad Hockenheim, in Germania, dal 15 al 21 agosto, per la gara internazionale.

Il team che ha realizzato la monoposto si compone di 38 studenti, guidati dalla team leader, Claudia Misceo con la supervisione del coordinatore scientifico, il professor Leonardo Sorìa. Sono stati necessari quattro anni di lavoro, complicato dalla pandemia con l’impossibilità di reperire i materiali dai fornitori.

«È un risultato importante - ha commentato il rettore, Francesco Cupertino - perché è il frutto di un lavoro di squadra, realizzato da studenti di ambiti diversi. Nei prossimi anni, infatti, serviranno figure professionali sempre più interdisciplinari per rispondere alle esigenze di un mercato del lavoro in continua evoluzione. L’automotive, in particolare, è sempre stato un pilastro per l’economia del nostro territorio e il Politecnico di Bari sosterrà l’evoluzione del settore, con la sua ricerca e l’innovazione tecnologica, in particolare per lo sviluppo delle nuove tecnologie elettriche».

PC6 Levante è l’ultima monoposto di Poliba Corse a montare un motore a combustione. L’evento è stato infatti l’occasione per discutere di ricerca applicata al settore automotive, in particolare della transizione alle tecnologie elettriche, con rappresentanti del mondo delle imprese. Uno degli interventi, infatti, è stato quello di Matteo Lanzavecchia, Head of Innovation di Ferrari Spa, partner del nuovo Centro nazionale per la Mobilità sostenibile, costituito in ambito Pnrr insieme con il Politecnico di Bari e altre università italiane. «In queste fasi di transizione - ha detto Lanzavecchia in videocollegamento - più si è aperti e più si riesce a carpire informazioni dal mondo esterno. Su questo – ha aggiunto - abbiamo già idee interessanti su come poter utilizzare queste nuove tecnologie, pur rimanendo nel Dna Ferrari, delle emozioni alla guida. Noi stiamo trovando il modo di fare emozionare chi compra questa vettura - ha concluso Lannavecchia - passando da un motore a combustione interna ad un motore differente, infatti stiamo sondando non solo motori elettrici, ma anche potenziali combustili alternativi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725