Martedì 22 Giugno 2021 | 09:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, sono circa 10mila gli operatori sanitari non vaccinati

Bari, 10mila gli operatori sanitari non vaccinati in Puglia

 
Covid
Bari: 92enne guarisce e festeggia ballando in corsia

Bari: 92enne guarisce e festeggia ballando in corsia

 
Il dibattito
Bari, «l’ospedale in Fiera funziona, non deve essere smantellato»

Bari, «l’ospedale in Fiera funziona, non deve essere smantellato»

 
Il bollettino nazionale
Covid in Italia, 1197 nuovi casi e 28 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Italia, 1197 nuovi casi e 28 morti nelle ultime 24 ore

 
Lotta al virus
Vaccini in Puglia, gli under 60 possono dire no a Pfizer e Moderna e fare il richiamo con AstraZeneca

Vaccini in Puglia, gli under 60 possono dire no a Pfizer e Moderna e fare il richiamo con AstraZeneca

 
Il caso
Covid, la denuncia del Sappe: «focolaio nel carcere ad alta sicurezza di Taranto: 34 detenuti contagiati»

Covid, la denuncia del Sappe: «focolaio nel carcere ad alta sicurezza di Taranto: 34 detenuti contagiati»

 
bollettino regionale
Puglia, per l'infezione da Covid-19 sono 61 i nuovi casi positivi

Covid 19 in Puglia, sono 61 i nuovi casi positivi e 3 morti. Focolaio a Taranto tra i detenuti del carcere ad alta sicurezza

 
bollettino regionale
Basilicata, solo 13 sono risultati positivi al covid-19

Basilicata, solo 13 sono risultati positivi al covid-19

 
Il bollettino regionale
Coronavirus, oggi in Puglia 106 casi positivi e 4 morti

Coronavirus, oggi in Puglia 106 casi positivi e 4 morti

 
l'appello
Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

 
Il caso
Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

 

Il Biancorosso

La squadra
Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando e Sarzi salutano

Bari, in dieci tornano in biancorosso. Minelli, Rolando e Sarzi salutano

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incidente
Auto contro furgone: due morti e un ferito nel Barese

Auto contro furgone: due morti e un ferito nel Barese

 
Lecceil fenomeno
Lecce,  volontari croce rossa

Castro, sbarco di migranti vicino la grotta Zinzulusa

 
MateraIl caso
Montalbano pronta a dire no alle scorie

Montalbano pronta a dire no alle scorie

 
PotenzaIl caso
Potenza, frenata sull’acqua cara

Potenza, frenata sull’acqua cara

 
TarantoIl fatto
Taranto, Bus in fiamme ai Tamburi

Taranto, bus in fiamme ai Tamburi

 
BrindisiIl fatto
Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

Fasano, il navigatore «tradisce» camionista traffico in tilt

 
Batil caso nella Bat
Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

Andria, sicurezza, agricoltori nel mirino

 
FoggiaIl caso
Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

Foggia, gestione rifiuti tanti i nodi al pettine

 

i più letti

Lotta al virus

Vaccini: Puglia al top, da domani prenotazioni per 57enni e 56enni. Più dosi di Pfizer-Moderna a medici famiglia

Con i dati aggiornati a lunedì 10 maggio, la Puglia è, con 87 punti su 100, la regione più avanti nell’indice regionale sui vaccini elaborato settimanalmente da YouTrend

vaccino

BARI - Da domani in Puglia, dalle 14, sarà possibile prenotare la vaccinazione anti Covid per le classi di età dal 1964 al 1965, cioè per chi ha 57 e 56 anni. Si potranno utilizzare i canali del sito lapugliativaccina.regione.puglia.it, il numero verde 800713931 attivo dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20 e le farmacie accreditate al servizio FarmaCUP. Gradualmente, da sabato 15 maggio alle 14.00 si potranno prenotare le classi di età dal 1966 al 1967, da lunedì 17 maggio alle 14.00 i nati dal 1968 al 1969 e da mercoledì 19 maggio sempre alle 14.00 i nati dal 1970 al 1971. Continua anche la possibilità di prenotazione per over 60, sempre tramite sito web lapugliativaccina.regione.puglia.it , numero verde 800713931 e farmacie. 

Con i dati aggiornati a lunedì 10 maggio, la Puglia è, con 87 punti su 100, la regione più avanti nell’indice regionale sui vaccini elaborato settimanalmente da YouTrend. Seguono il Veneto (86 punti), le due province autonome di Trento (85) e di Bolzano (82) e la Lombardia (81). A chiudere la classifica sono invece, ancora una volta, Calabria e Sicilia, rispettivamente a 58 e 55 punti. Tutte le altre regioni hanno tra i 63 e i 78 punti, con la media nazionale a quota 74.
L’indice regionale di YouTrend sintetizza settimanalmente, con un valore compreso tra 0 e 100, lo stato della campagna di vaccinazione in ciascuna delle regioni/province autonome, attraverso la media ponderata di 5 parametri: percentuale di dosi utilizzate sul totale delle dosi ricevute (peso: 10%); percentuale di soggetti nella fascia 50-69 anni vaccinati (peso: 10%); percentuale di soggetti over 80 vaccinati (peso: 30%); percentuale di soggetti nella fascia 70-79 anni vaccinati (peso: 30%); accelerazione delle vaccinazioni rispetto alla settimana precedente (peso: 20%).
Rispetto alle settimane precedenti è stato quindi eliminato il criterio delle Rsa (in cui le vaccinazioni si sono concluse pressoché su tutto il territorio nazionale) ed è stato ridotto del 10% il peso degli over 80. Al contrario, è cresciuto di 10 punti il peso della fascia 70-79 anni ed è stata introdotta, con un peso del 10%, la fascia 50-69 anni.
Più per una determinata regione/provincia autonoma l’indice si avvicina a 100, più essa avrà portato avanti la campagna vaccinale con efficacia. L’indice permette quindi di misurare l'andamento della campagna vaccinale non in termini assoluti, ma relativi, permettendo un confronto proprio tra le regioni e le province autonome.

PIU' DOSI DI PFIZER E MODERNA A MEDICI DI BASE - Destinare più dosi Pfizer e Moderna ai medici di famiglia pugliesi per completare entro la fine di maggio le vaccinazioni delle categorie over 80 disabili, fragili e vulnerabili: è quanto chiesto dalla Regione Puglia alle Asl, come confermano i sindacati medici Cgil, Smi, Snami, Simet e Ugs che «accolgono favorevolmente la decisione». I sindacati, però, invitano i direttori generali delle Asl «a vigilare e ad attivarsi riguardo le notevoli difficoltà organizzative e conseguenti grossi disagi che, purtroppo, ancora persistono per i medici e per i cittadini».
«Tali difficoltà - sostengono in una lettera inviata anche al governatore Michele Emiliano - hanno forti ripercussioni sul rapporto di fiducia medico-paziente. Aspettiamo ancora di sapere con quale criterio sono stati distribuiti i vaccini ai medici e, se corrisponde al vero, perché alcuni medici hanno ricevuto quantitativi importanti ed altri invece pochi vaccini». Inoltre, i sindacati dei medici chiedono di sapere «in modo chiaro come devono comportarsi con caregiver e familiari di disabili e ultravulnerabili, alla luce anche delle diverse indicazioni fornite dal commissario Figliuolo e dalla Regione. Chiediamo di fare chiarezza sulla somministrazione della seconda dose Pfizer. Se praticarla a 21 giorni, oppure a 42 giorni come da parere del Comitato Tecnico Scientifìco». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie