Giovedì 29 Settembre 2022 | 04:03

In Puglia e Basilicata

Calcio

Bari sul podio degli abbonamenti: al San Nicola un pubblico da Serie A

Bari sul podio degli abbonamenti: al San Nicola un pubblico da Serie A

Non si è raggiunta quota 10mila tessere come auspicato da De Laurentiis, ma i numeri sono di spessore per il torneo cadetto

16 Settembre 2022

Davide Lattanzi

Primo per presenze nei primi due match al San Nicola, terzo per numero di abbonati, immediatamente alle spalle delle big allargando lo sguardo alla serie A. Il pubblico di Bari continua ad essere una delle più importanti realtà del calcio italiano. Si è chiusa alle 23,59 di ieri la campagna abbonamenti 2022-23: pur non esaudendosi il desiderio del presidente Luigi De Laurentiis che auspicava almeno 10mila tessere sottoscritte, i fedelissimi baresi sono saldamente sul podio della B. Circa 7.640 gli abbonamenti staccati (il dato definitivo sarà diffuso in mattinata): numeri che si attestano nella media delle stagioni precedenti con la nuova proprietà. 7.680, infatti, furono nel campionato 2018-19 in serie D (con una politica di prezzi adeguati alla categoria), 7.806 nel 2019-20, ovvero il primo torneo di C. Le due annate successive furono prive di campagna abbonamenti, a causa della pandemia: interamente a porte chiuse fu il 2020-21, mentre nell’ultima stagione si avviò una sottoscrizione soltanto per il girone di ritorno (raggiungendo quota 440 in pochi giorni), dovendo poi sospenderne l’attività per il rialzo dei contagi registrato a gennaio. Nell’attuale campionato, soltanto Genoa e Palermo contano più abbonati di Bari: i liguri hanno superato le 20mila sottoscrizioni, i rosanero si attestano poco sotto le 12mila. In entrambi i casi, però, influiscono le forti scontistiche attuate dalle società: i rossoblu hanno allargato le promozioni fino agli under 21 (a Bari fino agli under 16), così come a Palermo le riduzioni sono state concesse pure a under 18 e studenti universitari. Nella graduatoria, seguono Benevento e Cagliari poco sopra le 7mila tessere, addirittura mille in meno ne conta il Parma, appena 880 complessive il Venezia, pur provenendo dalla A. Il gap con Genoa e Palermo sugli abbonati, tuttavia, è stato compensato nel capoluogo pugliese dalla straordinaria risposta sui tagliandi venduti nelle prime due gare interne. Il pubblico barese è saldamente il più popoloso della cadetteria con 53.480 presenze in due match interni, alla media di 26.740 spettatori a partita e il fiore all’occhiello della gara più vista in campionato: Bari-Palermo con 35.377 presenze. Comparando i numeri di Bari con la serie A, emerge che la tifoseria biancorossa si piazzerebbe addirittura al settimo posto assoluto, al di sotto soltanto delle conclamate big, ovvero (nell’ordine) Milan, Inter, Roma, Lazio, Juventus, Napoli e Fiorentina, dimostrandosi, invece, superiori a quelli di città metropolitane come Bologna, Genova (sponda Sampdoria), Torino (lato granata), Udine, Verona e Bologna. La media spettatori barese supera persino quella dell’Atalanta, capolista a sorpresa della A. La straordinaria passione per i Galletti, infine, si riversa anche nelle trasferte: i settori ospiti di Parma, Perugia e Cosenza sono stati puntualmente colorati di biancorosso. Accadrà lo stesso domani a Cagliari, con l’Unipol Domus pronto a registrare il primato personale di presenze stagionale proprio nel big match con la squadra di Mignani. Una passione senza confini: se arrivasse la tanto agognata promozione, forse non basterebbe un San Nicola intero…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725