Mercoledì 28 Settembre 2022 | 05:03

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Serie A

Calcio, Lecce corre ai ripari dopo il flop in Coppa

Calcio, è Strefezza l’oggetto del desiderio del Lecce

Il palleggio di Gabriel Strefezza

Per fronteggiare l’emergenza in difesa si pensa a Guandaniga

08 Agosto 2022

Pierpaolo Verri

LECCE - Adesso il Lecce va di fretta sul mercato. La partita di Coppa Italia contro il Cittadella ha accentuato i grattacapi in difesa per il tecnico Marco Baroni. Il problema muscolare alla coscia sinistra patito da Kastriot Dermaku nel match contro i veneti, unito all’infortunio che ha fermato Alessandro Tuia nel corso della scorsa settimana, ha accentuato l’emergenza al centro della difesa. Tant’è che la società si è mossa prontamente e già all’indomani della sconfitta di Coppa è tornata prepotentemente sul mercato portando nel Salento, con la formula del prestito con diritto di riscatto, il difensore Mert Cetin. Il centrale turco arrivato dall’Hellas Verona era uno dei tanti nomi sul taccuino dei dirigenti giallorossi. Il responsabile dell’area tecnica Pantaleo Corvino e il direttore sportivo Stefano Trinchera, d’altronde, avevano già avuto modo di sottolineare nei giorni scorsi come l’esigenza primaria fosse quella di andare alla ricerca di nuovi marcatori da consegnare al tecnico Baroni. Il doppio forfait di Tuia e Dermaku chiaramente ha portato la società giallorossa a velocizzare i tempi. Così Cetin da idea si è trasformato in trattativa lampo, chiusa con successo dal club salentino. Il venticinquenne turco è stato portato in Italia dalla Roma nel 2019. Dopo sei presenze con la squadra capitolina si è trasferito all’Hellas Verona, ma in terra veneta ha trovato poco spazio. È riuscito ad avere maggiore continuità dallo scorso gennaio con i turchi del Kayserispor, fino ad un problema fisico che ha rallentato il suo rendimento. Tornato a Verona, ha svolto senza intoppi il ritiro precampionato con i gialloblu e ora è pronto a cimentarsi nella nuova sfida leccese. È arrivato nel Salento ieri sera, ora svolgerà le visite mediche di rito, apporrà la firma sul nuovo contratto e sarà subito agli ordini di Baroni. Ad oggi è lui l’unico centrale di ruolo in rosa ed è facilmente immaginabile il suo esordio con la casacca giallorossa già sabato sera alla prima di campionato contro l’Inter.

Ma i movimenti al centro della difesa non finiscono qui. L’idea del Lecce, infatti, è quello di rinforzare il reparto con altri due marcatori, e cioè con un elemento di esperienza e con un giovane di prospettiva. Rientra nella prima categoria il nome di Edoardo Goldaniga. Il difensore centrale attualmente sotto contratto con il Cagliari è uno dei profili seguiti con maggiore interesse dal club giallorosso. Ventottenne, vanta ben 137 presenze nella massima serie, collezionate con le maglie di Palermo, Sassuolo, Frosinone, Genoa e Cagliari. È anche una vecchia conoscenza del tecnico Baroni, che ha avuto modo di allenarlo nella sua parentesi a Frosinone nel corso della stagione 2018/19. Il Lecce studia la fattibilità (comunque estremamente difficile) dell’operazione con l’entourage del calciatore e con il Cagliari, club a cui Goldaniga è legato con un contratto che scadrà nel 2024. Al tempo stesso, i giallorossi valutano anche altre opzioni e non è da escludere un nome a sorpresa proveniente dall’estero.

Se in difesa c’è ancora da lavorare, in mezzo al campo e sul fronte offensivo i ruoli sono già maggiormente definiti. Numericamente il centrocampo è completo, anche se da qui al 31 agosto non possono escludersi stravolgimenti di fronte. In avanti, invece, manca solo un esterno per completare la batteria di ali a disposizione di Baroni. Il tecnico toscano da questa settimana avrà anche a disposizione Lameck Banda, l’esterno sinistro offensivo acquistato per una cifra pari a 1,8 milioni di euro su cui il club giallorosso scommette fortemente.

Venendo al campo, questo pomeriggio il Lecce riprenderà gli allenamenti nel quartier generale di Acaya e darà il via alla marcia di avvicinamento che porterà alla prima di campionato in serie A, in programma sabato alle 20:45 contro l’Inter al “Via del Mare”. Il clima si preannuncia infuocato: i tagliandi per assistere alla sfida sono stati messi in commercio nella mattinata dello scorso sabato e sono stati polverizzati in poche ore. Il colpo d’occhio pertanto sarà quello delle grandi occasioni e in città cresce il fermento per la sfida alla squadra vice-campione d’Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725