Mercoledì 24 Aprile 2019 | 07:53

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lecce-Brescia, commento su web scatena la polemica: l'amministratore del forum prende le distanze

Lecce-Brescia, commento su web scatena la polemica: l'amministratore del forum prende le distanze

 
Serie B
Calcio, i giallorossi ancora in corsa: Lecce batte Perugia 2-1

Calcio, i giallorossi ancora in corsa: Lecce batte Perugia 2-1

 
Serie B
Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

 
Serie B
Lecce, poker contro il Carpi: vince in casa 4-1

Lecce, poker contro il Carpi: vince in casa 4-1

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani: attenti al Carpi ma siamo in salute

Calcio Lecce, Liverani: attenti al Carpi ma siamo in salute

 
Serie B
Lecce: la corsa alla A, con un valzer di cambi

Lecce: la corsa alla A, con un valzer di cambi

 
Cremonese-Lecce 2-0
Lecce cade a Cremona e incassa due gol in dieci minuti

Lecce cade a Cremona e incassa due gol in dieci minuti

 
Serie B
Lecce - Cosenza, vittoria per i giallorossi al Via del Mare: 3-1

Lecce - Cosenza, vittoria per i giallorossi al Via del Mare: 3-1

 
Serie B
Il Lecce batte il Pescara 2-0. Scontri fra tifosi prima del match, feriti

Il Lecce batte il Pescara 2-0. Scontri fra tifosi prima del match, feriti

 
Lecce
Liverani: partita col Pescara importante ma non decisiva

Liverani: partita col Pescara importante ma non decisiva

 
Il punto
Ventura benedice il Lecce: «Merita la A»

Ventura benedice il Lecce: «Merita la A»

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Serie B

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

Cannito: «Il torneo è nella fase cruciale»

Lecce calcio, Cesare Bovo indossa ufficialmente la maglia giallorossa

LECCE - Prima del derby con il Foggia, ha ricevuto, insieme a Fortunato Loddi ed a Luca Renna, figlio del tecnico Mimino, scomparso di recente, la maglia con la quale l’Unione Sportiva Lecce ha voluto celebrare la storica stagione 1975/1976, nella quale la formazione giallorossa, della quale faceva parte, ha centrato la promozione dalla C alla B, ha vinto la Coppa Italia di categoria e la Coppa Anglo-italiana. Poi, Ruggero Cannito ha assistito alla sfida di campanile tra la compagine salentina e quella dauna.

«Come spesso accade nei derby, soprattutto nei casi in cui la posta in palio ha enorme importanza per entrambe le contendenti, la gara non è stata spettacolare - nota l’ex centrocampista che, approdato al Lecce dal Barletta, vi ha militato dal 1975 al 1984, disputando 249 match, per poi stabilirsi nella città salentina a fine carriera - Se l’incontro è stato povero di emozioni, però, è dipeso in particolar modo dalla scelta del Foggia di badare quasi esclusivamente a difendersi e ad impedire a Mancosu e compagni di giocare».

Il Lecce è venuto comunque a capo della partita, imponendosi per 1-0. «L’undici allenato da Liverani ha conquistato 3 punti che hanno un valore immenso - nota Cannito - In questa fase dell’annata più che in altri momenti, conta il risultato, che è stato quello che tutti i tifosi giallorossi speravano. Il campionato è entrato nel suo periodo cruciale. Ogni lunghezza incamerata o lasciata per strada può rivelarsi, alla lunga, determinante. Dopo un primo tempo nel quale i rivali sono riusciti ad imbrigliarli, i giallorossi hanno rotto gli indugi nella ripresa, dimostrandosi più brillanti e passando in vantaggio con un gran gol di La Mantia, giunto al culmine di una pregevole azione. Il bomber della squadra è in forma strepitosa. Non solo segna, ma effettua una mole di lavoro enorme per aiutare il collettivo anche nella fase di non possesso. Se si confermerà a questi livelli sarà determinante per le fortune del Lecce».

Nel derby, Fabio Lucioni e soci hanno concesso poco o nulla ai rivali, colpendo in una delle rare occasioni create in una gara estremamente bloccata. «Questa potrebbe essere una ulteriore svolta nella stagione dei giallorossi - rimarca Cannito - Il team salentino ha lasciato per strada qualche punto perché, in taluni casi, non ha saputo essere cinico, caratteristica dimostrata, invece, contro il Foggia. Ebbene, l’auspicio è che la mia ex formazione confermi questa dote anche nelle restanti giornate perché potrebbe darle la spunta decisiva verso la serie A. Il direttore sportivo Meluso merita i complimenti perché, supportato adeguatamente dalla società, ha allestito una rosa di assoluto valore. Così come bisogna applaudire Liverani ed i suoi collaboratori staff per l’ottimo lavoro che stanno facendo».

Domenica prossima, il Lecce visiterà il Crotone. «Si tratta di una trasferta delicata - sostiene Cannito - I calabresi, costruiti per tornare in A, sono in netto crescendo. Falco e compagni, però, di norma, sanno disimpegnarsi assai bene anche in campo avverso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400