Martedì 22 Settembre 2020 | 18:56

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

 
Serie b
«Lecce da promozione un esordio da brividi»

Calcio, «Lecce da promozione un esordio da brividi»

 
Calcio serie B
Andreazzoli lancia il Lecce: reciterà da protagonista

Andreazzoli lancia il Lecce: «Reciterà da protagonista»

 
Calcio serie B
Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

 
Serie B
Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

 
Serie B
Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

 
Serie B
Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

 
mercato
Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

 
calcio
Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

 
Calcio
Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

 
calcio
Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
BariSanità
Bari, ora un centro per fare terapia al San Paolo

Bari, ora un centro per fare terapia al San Paolo

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

Serie B

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

I giallorossi affrontano in trasferta il Carpi domenica alle 15

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

Il Carpi (arbitrerà Guccini) va affrontato senza cali di tensione, con la massima concentrazione. Secondo il terzino Lorenzo Venuti è questa la via maestra che il Lecce dovrà seguire nella trasferta di domenica prossima. «Si va a Carpi con l’entusiasmo che deriva dall’ottimo momento che stiamo vivendo - sottolinea il difensore toscano - La formazione emiliana attualmente è in basso in classifica, ma la serie B è livellata e ciascuna squadra può vincere o perdere con tutte le altre e capita che l’ultima batta la prima. Il match andrà affrontato come se fosse il più importante della stagione, per dare continuità alla prestazione che abbiamo sfoderato nel vittorioso match disputato contro la Cremonese».
La compagine biancorossa evoca nei tifosi del Lecce il ricordo della sconfitta subita nella finale dei playoff del campionato di Lega Pro 2012/2013, probabilmente la pagina più triste della storia recente della società giallorossa. «Non amo guardare al passato - afferma Venuti - Penso al presente, a quanto di buono stiamo facendo ed alla determinazione che ciascuno di noi ha di proseguire sulla strada intrapresa. Vorremmo continuare a regalare gioia ai nostri supporter ed a fare divertire chi ci segue».


Nel match disputato contro la Cremonese, il Lecce è uscito fuori alla grande nel secondo tempo. «Ho rivisto la partita - sostiene il terzino giallorosso - Non mi pare che nei primi 45’ abbiamo sofferto. C’è stata lotta a centrocampo ed abbiamo concesso due mezze occasioni. Nella ripresa, siamo tornati tutti in campo con l’atteggiamento giusto, ci siamo espressi molto bene e le cose si sono incanalate nella direzione migliore».
Ad inizio torneo, Venuti ha dovuto giocarsi il posto con Riccardo Fiamozzi e Checco Lepore. Ora sembra in vetta alle gerarchie di Fabio Liverani per il ruolo di terzino destro ed è l’alternativa a Marco Calderoni per quello di terzino sinistro. «Da cinque stagioni sono tra i professionisti ed eccezion fatta quella trascorsa a Pescara, nella quale ho subito un infortunio, sono sempre sceso in campo con continuità - sottolinea -. Questo fatto per un giovane è importantissimo. Sono contento della fiducia che mi sta accordando il mister, ma in squadra non ci sono titolari e riserve. C’è una sana competizione all’interno del gruppo, grazie alla quale ciascuno di noi riesce a dare il massimo quando viene chiamato in causa e che consente al collettivo di ottenere i risultati positivi che abbiamo centrato sino ad oggi».


A Lecce, per la prima volta in carriera da quando gareggia tra i professionisti, Venuti è andato in gol. «Non avevo mai segnato ed un po’ mi bruciava - nota - Ora che mi sono sbloccato magari mi capiterà ancora di gioire per una mia rete. In quest’ottica, fatta eccezione per le palle inattive, se un difensore fa centro grande merito lo si deve al gioco d’assieme della squadra ed alla filosofia calcistica che lo ispira». Il terzino scuola Fiorentina vuole riprendersi la serie A. «Ho scelto Lecce con questa ferma determinazione - ammette - Dopo avere disputato più di 30 gare nella massima serie ho scelto di rimettermi in gioco con convinzione e con umiltà. Questo fatto rende emozionante l’avventura che sto vivendo con il team salentino e mi dà grandi motivazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie