Giovedì 21 Marzo 2019 | 10:26

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

 
Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BatÈ intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
LecceA lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Serie B

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

I giallorossi affrontano in trasferta il Carpi domenica alle 15

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

Il Carpi (arbitrerà Guccini) va affrontato senza cali di tensione, con la massima concentrazione. Secondo il terzino Lorenzo Venuti è questa la via maestra che il Lecce dovrà seguire nella trasferta di domenica prossima. «Si va a Carpi con l’entusiasmo che deriva dall’ottimo momento che stiamo vivendo - sottolinea il difensore toscano - La formazione emiliana attualmente è in basso in classifica, ma la serie B è livellata e ciascuna squadra può vincere o perdere con tutte le altre e capita che l’ultima batta la prima. Il match andrà affrontato come se fosse il più importante della stagione, per dare continuità alla prestazione che abbiamo sfoderato nel vittorioso match disputato contro la Cremonese».
La compagine biancorossa evoca nei tifosi del Lecce il ricordo della sconfitta subita nella finale dei playoff del campionato di Lega Pro 2012/2013, probabilmente la pagina più triste della storia recente della società giallorossa. «Non amo guardare al passato - afferma Venuti - Penso al presente, a quanto di buono stiamo facendo ed alla determinazione che ciascuno di noi ha di proseguire sulla strada intrapresa. Vorremmo continuare a regalare gioia ai nostri supporter ed a fare divertire chi ci segue».


Nel match disputato contro la Cremonese, il Lecce è uscito fuori alla grande nel secondo tempo. «Ho rivisto la partita - sostiene il terzino giallorosso - Non mi pare che nei primi 45’ abbiamo sofferto. C’è stata lotta a centrocampo ed abbiamo concesso due mezze occasioni. Nella ripresa, siamo tornati tutti in campo con l’atteggiamento giusto, ci siamo espressi molto bene e le cose si sono incanalate nella direzione migliore».
Ad inizio torneo, Venuti ha dovuto giocarsi il posto con Riccardo Fiamozzi e Checco Lepore. Ora sembra in vetta alle gerarchie di Fabio Liverani per il ruolo di terzino destro ed è l’alternativa a Marco Calderoni per quello di terzino sinistro. «Da cinque stagioni sono tra i professionisti ed eccezion fatta quella trascorsa a Pescara, nella quale ho subito un infortunio, sono sempre sceso in campo con continuità - sottolinea -. Questo fatto per un giovane è importantissimo. Sono contento della fiducia che mi sta accordando il mister, ma in squadra non ci sono titolari e riserve. C’è una sana competizione all’interno del gruppo, grazie alla quale ciascuno di noi riesce a dare il massimo quando viene chiamato in causa e che consente al collettivo di ottenere i risultati positivi che abbiamo centrato sino ad oggi».


A Lecce, per la prima volta in carriera da quando gareggia tra i professionisti, Venuti è andato in gol. «Non avevo mai segnato ed un po’ mi bruciava - nota - Ora che mi sono sbloccato magari mi capiterà ancora di gioire per una mia rete. In quest’ottica, fatta eccezione per le palle inattive, se un difensore fa centro grande merito lo si deve al gioco d’assieme della squadra ed alla filosofia calcistica che lo ispira». Il terzino scuola Fiorentina vuole riprendersi la serie A. «Ho scelto Lecce con questa ferma determinazione - ammette - Dopo avere disputato più di 30 gare nella massima serie ho scelto di rimettermi in gioco con convinzione e con umiltà. Questo fatto rende emozionante l’avventura che sto vivendo con il team salentino e mi dà grandi motivazioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400