Martedì 22 Settembre 2020 | 19:50

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

 
Serie b
«Lecce da promozione un esordio da brividi»

Calcio, «Lecce da promozione un esordio da brividi»

 
Calcio serie B
Andreazzoli lancia il Lecce: reciterà da protagonista

Andreazzoli lancia il Lecce: «Reciterà da protagonista»

 
Calcio serie B
Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

 
Serie B
Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

 
Serie B
Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

 
Serie B
Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

 
mercato
Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

 
calcio
Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

 
Calcio
Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

 
calcio
Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

Serie B

Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

L’attacco è top, la fase difensiva in crescita contro la Cremonese

Lecce calcio, Cesare Bovo indossa ufficialmente la maglia giallorossa

LECCE - Quello visto all’opera contro la Cremonese domenica scorsa è stato un Lecce solido, nella ripresa addirittura sontuoso per come ha tenuto in pugno la gara. Contro i grigiorossi lombardi, per la quarta volta dall’inizio del campionato, la squadra di Liverani non ha subito gol.

Era già accaduto a Livorno (successo per 3-0) a Verona (affermazione per 2-0) e al Via del Mare contro il Crotone (vittoria per 1-0). Questi precedenti, però, sono stati differenti rispetto al match di domenica sera, nel quale, oltre a mantenere inviolata la propria porta, il Lecce ha concesso poco o nulla agli avversari. Inoltre, si sono registrate al massimo due o tre sbavature.
La vera novità è stata questa. Contro il Crotone, Mancosu e compagni avrebbero potuto segnate 5 o 6 gol, ma avrebbero potuto subirne altrettanti. A Verona, prima di sbloccare il risultato e poi una volta in vantaggio per 2-0, solo alcune prodezze del portiere Vigorito hanno impedito agli scaligeri di fare centro. Mentre a Livorno, pur nell’economia di un incontro dominato, il Lecce ha concesso qualcosa. Contro la Cremonese, invece, quasi nulla.
Nell’analisi, non si può non tenere conto che quello grigiorosso è l’attacco meno prolifico del campionato. Così come è evidente che, per parlare di svolta nella tenuta difensiva occorrerà attendere ulteriori verifiche. Ma intanto il segnale lanciato dai giallorossi è stato importante.

I salentini hanno già ampiamente dimostrato di saper trovare con naturalezza la via della rete: se dovessero anche riuscire a subire meno gol, allora davvero le big designate dai pronostici dovrebbero iniziare a preoccuparsi. Fanno bene, però, Liverani e il presidente Sticchi Damiani a tenere i riflettori puntati sul traguardo-permanenza, in quanto il cammino è ancora lungo e le insidie sono sempre dietro l’angolo.
Nel confronto con la Cremonese, il Lecce ha dato anche l’impressione di essere cresciuto come maturità. Ha tenuto botta nel primo tempo, quando i rivali hanno fatto le cose migliori. È emerso con prepotenza nella ripresa, con fraseggi alternati a cambi di fronte ed a verticalizzazioni, sbloccando il risultato con una zampata di Falco, raddoppiando con un colpo di testa di La Mantia, abilissimo ad anticipare i difensori avversari sugli sviluppi di un corner, per poi creare altre due o tre ghiotte occasioni per triplicare.
Con i due gol rifilati alla Cremonese, l’attacco giallorosso si è portato a quota 24, diventando in assoluto il migliore del torneo, mentre la differenza reti è salita a +6, come quella del Cittadella, inferiore solo a quella del leader Palermo (+12).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie