Giovedì 21 Marzo 2019 | 10:42

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

 
Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
BatÈ intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 
BariL'inchiesta
Mercato nero della legna: un business malavitoso

Mercato nero della legna: un business malavitoso

 
LecceA lecce
Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

Statua S.Oronzo, procede restauro: «È molto deteriorata»

 
MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Serie B

Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

L’attacco è top, la fase difensiva in crescita contro la Cremonese

Lecce calcio, Cesare Bovo indossa ufficialmente la maglia giallorossa

LECCE - Quello visto all’opera contro la Cremonese domenica scorsa è stato un Lecce solido, nella ripresa addirittura sontuoso per come ha tenuto in pugno la gara. Contro i grigiorossi lombardi, per la quarta volta dall’inizio del campionato, la squadra di Liverani non ha subito gol.

Era già accaduto a Livorno (successo per 3-0) a Verona (affermazione per 2-0) e al Via del Mare contro il Crotone (vittoria per 1-0). Questi precedenti, però, sono stati differenti rispetto al match di domenica sera, nel quale, oltre a mantenere inviolata la propria porta, il Lecce ha concesso poco o nulla agli avversari. Inoltre, si sono registrate al massimo due o tre sbavature.
La vera novità è stata questa. Contro il Crotone, Mancosu e compagni avrebbero potuto segnate 5 o 6 gol, ma avrebbero potuto subirne altrettanti. A Verona, prima di sbloccare il risultato e poi una volta in vantaggio per 2-0, solo alcune prodezze del portiere Vigorito hanno impedito agli scaligeri di fare centro. Mentre a Livorno, pur nell’economia di un incontro dominato, il Lecce ha concesso qualcosa. Contro la Cremonese, invece, quasi nulla.
Nell’analisi, non si può non tenere conto che quello grigiorosso è l’attacco meno prolifico del campionato. Così come è evidente che, per parlare di svolta nella tenuta difensiva occorrerà attendere ulteriori verifiche. Ma intanto il segnale lanciato dai giallorossi è stato importante.

I salentini hanno già ampiamente dimostrato di saper trovare con naturalezza la via della rete: se dovessero anche riuscire a subire meno gol, allora davvero le big designate dai pronostici dovrebbero iniziare a preoccuparsi. Fanno bene, però, Liverani e il presidente Sticchi Damiani a tenere i riflettori puntati sul traguardo-permanenza, in quanto il cammino è ancora lungo e le insidie sono sempre dietro l’angolo.
Nel confronto con la Cremonese, il Lecce ha dato anche l’impressione di essere cresciuto come maturità. Ha tenuto botta nel primo tempo, quando i rivali hanno fatto le cose migliori. È emerso con prepotenza nella ripresa, con fraseggi alternati a cambi di fronte ed a verticalizzazioni, sbloccando il risultato con una zampata di Falco, raddoppiando con un colpo di testa di La Mantia, abilissimo ad anticipare i difensori avversari sugli sviluppi di un corner, per poi creare altre due o tre ghiotte occasioni per triplicare.
Con i due gol rifilati alla Cremonese, l’attacco giallorosso si è portato a quota 24, diventando in assoluto il migliore del torneo, mentre la differenza reti è salita a +6, come quella del Cittadella, inferiore solo a quella del leader Palermo (+12).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400