Martedì 04 Agosto 2020 | 10:43

NEWS DALLA SEZIONE

calcio
La promessa solenne di Sticchi Damiani:«Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

Lecce, la promessa di Sticchi Damiani: «Ripartiremo dalla B con un progetto serio»

 
SERIE A
Parma - Lecce

Nulla di fatto per il Lecce: 3-4 in casa col Parma e scende in B

 
Calcio
Lecce, notte batticuore. Ecco la partita della vita

Lecce, notte al cardiopalma: tutto pronto per la partita della vita

 
SERIE A
L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

L'urlo di Sticchi Damiani: «Orgoglioso del Lecce»

 
SERIE A
Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi

Il Lecce si aggrappa a nuovi eroi, da Mancosu a Lapadula

 
L'invito
Comune Lecce espone bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

Comune Lecce e Arcivescovo Seccia espongono bandiera giallorossa: «Fatelo tutti»

 
Serie A
Udinese - Lecce finisce 2 a 1 per i giallorossi: la speranza di restare in A resta

Udinese - Lecce finisce 2 a 1 per i giallorossi: c'è speranza di restare in A

 
SERIE A
Il Lecce aggrappato alla matematica: vincere a Udine potrebbe non bastare

Il Lecce aggrappato alla matematica: vincere a Udine potrebbe non bastare

 
lecce
Liverani: «Domani a Udine daremo il massimo per non avere rimpianti»

Liverani: «Domani a Udine daremo il massimo per non avere rimpianti»

 
CALCIO
Lecce tra speranza e rammarico, il Var resta un argomento spinoso

Lecce tra speranza e rammarico, il Var resta un argomento spinoso

 
Serie A
Bologna - Lecce finisce 3-2, decide Barrow nel recupero

Bologna - Lecce finisce 3-2, i giallorossi con un piede in B: decide Barrow nel recupero

 

Il Biancorosso

serie C
Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

Bari-Vivarini al primo round, ora la palla a De Laurentiis

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggial'episodio
Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

Foggia, affiancano bracciante e gli sparano: ferito, indaga la polizia

 
Barial miulli
Acquaviva delle Fonti, paziente con tumore epatico curato con chirurgia robotica

Acquaviva delle Fonti, paziente con tumore al fegato curato con chirurgia robotica

 
PotenzaIL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
BrindisiL'incidente
Brindisi, aggredito con l'acido dalla moglie: grave uomo di 52 anni

Brindisi, aggredito con l'acido: grave 52enne, arrestata moglie

 
TarantoA Torricella
Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

Estorsione a commercianti di mitili: 3 arresti nel Tarantino

 
Materal'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
BatBarriere architettoniche
Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

Barletta, spiagge libere inaccessibili per i disabili

 

i più letti

Serie B

Lecce calcio, Liverani sereno: «ma macchina ancora imperfetta»

Oggi pomeriggio il Via del Mare riabbraccia il Lecce dopo quasi un mese

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

Il tecnico del Lecce Fabio Liverani

LECCE - Due frenate consecutive, a Fondi e a Pagani. Due punticini contro avversari sulla carta non trascendentali che hanno permesso di difendere il primato in classifica. Ma l’ultimo pareggio non è bastato a evitare la strigliata di Liverani, che ha rimproverato ai suoi l’atteggiamento di sufficienza con cui sono scesi in campo a Pagani.

Oggi pomeriggio il Via del Mare riabbraccia il Lecce dopo quasi un mese. E l’allenatore romano, contro il Monopoli, vuole rivedere una squadra che metta in mostra non solo le sue qualità tecniche ma anche quella «rabbia agonistica» un po’ smarrita. «Vogliamo chiudere al meglio il girone di andata davanti ai nostri tifosi, vogliamo tornare a correre», è l’imperativo.
Di fronte ci sarà un avversario che, partito alla grande, ha poi vissuto una brutta crisi: cinque ko consecutivi interrotti domenica scorsa, fermando in casa una big come il Trapani. Il Monopoli vanta, nonostante la flessione, la seconda migliore difesa del torneo. E il Lecce fatica a scardinare i bunker. Liverani è consapevole delle difficoltà. «Affronteremo una squadra che concede pochissimo - sottolinea - che gioca compatta, spesso con dieci uomini dietro la linea della palla. Dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci capitano, anche da calcio da fermo. Ma - avverte - la concentrazione deve restare sempre al 100 per cento». Non vuole assistere agli stessi errori costati i gol della Paganese o della Reggina, la difesa presa d’infilata.

«Davanti - riprende Liverani - dispongono di due attaccanti pericolosi come Paolucci, mio compagno di squadra per qualche mese, e Genchi. Non dobbiamo lasciare contropiedi facili. Il “pensiero negativo”, sapere che quando sei in possesso di palla puoi correre pericoli ed essere pronto a prevenirli, è fondamentale. Servono equilibrio, pazienza, se la gara non si sblocca, ma allo stesso tempo bisogna spingere al massimo. Dobbiamo ricominciare a camminare veloce».
Liverani può disporre dell’organico al completo e annuncia: «Rispetto a Pagani qualcosa cambieremo». In difesa, sulla fascia sinistra, potrebbe tornare Di Matteo. Tsonev è stato alle prese con un affaticamento muscolare. Se partisse dalla panchina, alle spalle delle punte potrebbe rivedersi Pacilli, oppure Mancosu (in questo caso Costa Ferreira, altro indiziato per il ruolo di trequartista, avrebbe la chance di giocare dal primo minuto in mediana). Davanti, Caturano e Torromino si contendono una maglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie