Martedì 20 Novembre 2018 | 22:53

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

 
Serie B
Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

 
Il ritorno
Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

 
Cosenza-Lecce 2-3
Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

 
Serie B
Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

 
Serie B
Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

 
Serie B
lecce calcio

Lecce calcio, Tabanelli: questa è una squadra che non molla mai

 
Serie B
Lecce, il bicchiere è mezzo pienoda Pescara anche note positive

Lecce, il bicchiere è mezzo pieno
da Pescara anche note positive

 
Serie B
Il Lecce in 9 cade a Pescara: all'Adriatico dopo 98 minuti finisce 4-2

Il Lecce in 9 cade a Pescara: dopo 98 minuti finisce 4-2

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani sereno: «ma macchina ancora imperfetta»

Lecce calcio, Liverani sereno: «macchina ancora imperfetta»

 
Decide autorete di Golemic
Lecce batte il Crotone 1-0e vola al quinto posto

Lecce batte il Crotone 1-0
e vola al quinto posto

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Serie B

Lecce calcio, il cuore diviso dell’ex Zanchetta: «Sarà spettacolo»

La previsione: gioco a viso aperto

Liverani, le certezze e i dubbi prima della sfida a Benevento

LECCE - Nel derby di sabato prossimo tra Foggia e Lecce, la spunterà la squadra che dimostrerà di avere, nell’occasione, maggiore personalità e più coraggio». È questa la convinzione di Andrea Zanchetta, ex centrocampista, che nel 1995/1996 e nel 1996/1997 ha indossato la casacca rossonera, in B, e poi, dalla seconda metà del 2006/2007 al 2008/2009, ha militato in maglia giallorossa, in A ed in B.
«Mi aspetto che allo “Zaccheria” ci sia il classico clima da derby, con uno stadio colmo di supporter del Foggia, ma con tantissimi tifosi giunti anche dal Salento – sostiene Zanchetta, che da allenatore ha vinto, nel 2016/2017, lo scudetto con la formazione under 17 dell’Inter – Tra le due piazze c’è rivalità ed i sostenitori rossoneri e giallorossi ci terranno ad ottenere un risultato positivo, ma non credo che il match possa essere tatticamente bloccato».

Zanchetta ha notizie precise di Lecce e Foggia. «I tecnici Liverani e Grassadonia hanno impostato due compagini che provano sempre a raggiungere il risultato attraverso il gioco – nota l’ex centrocampista – Penso quindi che anche nel derby sarà così. Pertanto, ci sono i presupposti per un confronto di buon livello. Il Lecce potrà affrontarlo con maggiore spensieratezza. I salentini, infatti, hanno quale primo traguardo la permanenza, sono partiti bene e sono in una posizione di classifica tranquilla, anche se in serie B tutto può cambiare nel giro di poco tempo. I dauni, invece, pur ottenuto il medesimo bottino di punti dei “cugini”, sono penultimi a causa della penalizzazione iniziale e questo rischia di pesare a livello mentale».

Entrambe le squadre sono reduci da una sconfitta. Il Lecce da quella casalinga patita contro il Palermo, nonostante una buona prestazione. Il Foggia da quella rimediata a Cosenza, condita da una pessima prova. «Non penso che questa circostanza possa indurre i due allenatori a mutare l’atteggiamento delle rispettive compagini – sottolinea Zanchetta – Sarebbe grave bloccare il processo di crescita di un team a causa di una battuta d’arresto. Ritengo che giallorossi e rossoneri abbiano piena consapevolezza delle proprie possibilità e che continuino quindi sulla strada intrapresa sin dalla fase di preparazione».
L’ex centrocampista ha buoni ricordi delle avventure vissute prima con il Foggia e poi con il Lecce. «Sono legato alle due piazze da profondo affetto, in quanto mi sono trovato bene – sostiene – Le due esperienze sono state però notevolmente differenti. In rossonero sono approdato dal settore giovanile dell’Inter. Ero molto giovane e non ero io, in seno alla squadra, ad avere le maggiori pressioni. Nel Salento, invece, sono arrivato nel pieno della maturità di calciatore ed ho indossato la fascia di capitano. Pertanto, ero molto responsabilizzato. Dopo la prima mezza stagione in B, in quella seguente abbiamo centrato la promozione in A. Peccato che nell’annata seguente non siamo riusciti a centrare la salvezza»

NOTIZIARIO Il Lecce si è allenato ieri ad Acaya. A riposo Cesare Bovo, out per infortunio, ha lavorato in differenziato Filippo Falco, che non andrà in campo allo Zaccheria. I biglietti acquistati dai tifosi giallorossi per il derby di sabato hanno superato quota 800.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400