Lunedì 18 Marzo 2019 | 22:23

NEWS DALLA SEZIONE

Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 
Serie B
Incredibile Lecce, sotto di due gol rimonta e vince 3-2 con Livorno

Incredibile Lecce, sotto di due gol rimonta e vince 3-2 con Livorno

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Serie B

Il Lecce viaggia a ritmo promozione

Dodici punti e terzo posto

Liverani, le certezze e i dubbi prima della sfida a Benevento

LECCE - Con 12 punti conquistati in sette gare disputate, il Lecce allenato da Fabio Liverani ha sin qui fatto meglio del Lecce che, nel 2009-2010, guidato da Gigi De Canio, ha centrato la promozione in A al termine del campionato cadetto e lo ha fatto addirittura dal primo posto.
Limitando l’analisi ai tornei di serie B che sono stati disputati da quando è stata introdotta la regola che assegna tre punti per ogni vittoria ed uno per ciascun pareggio, il Lecce che si sta cimentando nell’annata agonistica in corso si è comportato meglio, per ora, anche della compagine che, nel 1998-1999, diretta da Nedo Sonetti, è poi approdata nella massima serie, piazzandosi in terza posizione. Ma il medesimo discorso va ripetuto anche nei confronti dello schieramento che, nel 2006-2007, affidato alle cure tecniche di Zdenek Zeman e successivamente a quelle di Giuseppe Papadopulo, è giunto in nona posizione. Il Lecce attuale ha conquistato naturalmente più punti anche del team che, nel 1994-1995, passando dalle mani di Luciano Spinosi a quelle di Edoardo Reja ed infine a quelle di Piero Lenzi, è retrocesso malinconicamente in C, mandando in archivio il campionato con un deludentissimo ventesimo ed ultimo posto.
Di contro, hanno messo in cassaforte un bottino superiore a quello raggranellato in sette giornate da Marco Mancosu e compagni il Lecce del 1996-1997, allenato da Giampiero Ventura, del 2007-2008, guidato da Giuseppe Papadopulo, e del 2002-2003, diretto da Delio Rossi, che hanno ottenuto tutti la promozione in A.
Nell’era dei tre punti a successo, a conquistare il bottino più sostanzioso nei primi sette turni è stato il Lecce 1996-1997 che, nell’ordine, ha battuto Reggina (2-1), Padova (3-0), Foggia (2-1), Venezia (1-0) ed Empoli (2-0), per poi cadere a Genova (2-0) ed imporsi sul Chievo (3-1), garantendosi 18 punti su 21.
Al secondo posto c’è il Lecce 2007-2008, che nelle prime sette gare ha collezionato cinque affermazioni (2-1 sul Frosinone, 1-0 sul Treviso, 2-0 sull’Avellino, 1-0 sul Piacenza e 3-0 sul Chievo) e due pareggi (1-1 con la Triestina e 0-0 con l’Ascoli), rastrellando 17 lunghezze.
In terza posizione figura il Lecce 2002-2003, che nei primi 630’ ha ottenuto 14 punti, frutto di quattro successi (1-0 sul Catania, 2-1 sulla Salernitana, 2-0 sul Messina, 3-1 sul Venezia), due pareggi (0-0 col Siena e 1-1 col Bari) a fronte di una sconfitta con la Sampdoria (4-2).
Il Lecce attuale è quindi quarto, con 12 lunghezze all’attivo, conquistate superando il Venezia (2-1), il Livorno (3-0) ed il Verona (2-0), pareggiando con Benevento (3-3), Salernitana (2-2) e Cittadella (1-1) e cadendo ad Ascoli (1-0).
Seguono, con 11 punti messi da parte in sette match, il Lecce 2009-2010, quello che è salito sul gradino più alto del podio, ed il Lecce 1998-1999. Il primo l’ha spuntata su Ancona (3-0), Triestina (4-1) e Mantova (2-1), impattando con Modena (0-0) e Crotone (0-0) ed arrendendosi contro Piacenza (3-2) e Frosinone (3-1). Il secondo, dal canto suo, ha superato Reggina (1-0) e Genoa (1-0), ha alzato bandiera bianca contro il Treviso (1-0), ha pareggiato contro Andria (1-1) e Torino (1-1), è caduto al cospetto della Reggina (2-1) ed ha vinto con il Brescia (2-0).
Il Lecce 2006-2007 nelle prime sette partite di lunghezze ne ha introitate 10, in virtù delle affermazioni colte con Albinoleffe (3-1), Mantova (2-0) e Genoa (3-2), del pareggio centrato contro Verona (1-1) e degli stop rimediati contro Treviso (1-0), Frosinone (2-1) e Rimini (2-1).
Totalmente deficitario il rendimento del Lecce 1994-1995, che ha strappato appena 4 punti su 21, pareggiando con Acireale (0-0), Salernitana (1-1), Cesena (1-1) ed Atalanta (1-1) e cedendo il passo ad Ancona (3-0), Cosenza (2-1) e Lucchese (1-0).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400