Lunedì 19 Agosto 2019 | 01:11

NEWS DALLA SEZIONE

Coppa Italia
Lecce Salernitana

Lecce superstar batte la Salernitana 4-0. Bari, «schiaffo» ad Avellino. Monopoli asfaltato dal Frosinone

 
Coppa Italia
Lecce, domani terzo turno di Coppa contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

Lecce, in campo contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

 
Calciomercato
Lecce, presentato nuovo acquisto Farias: «C'è fiducia in me, voglio giocare»

Lecce, presentato nuovo acquisto Farias: «C'è fiducia in me, voglio giocare»

 
Serie A
Lecce, è record abbonamenti: assegnati tutti i numeri di maglia

Lecce, è record abbonamenti: assegnati tutti i numeri di maglia

 
Serie A
Lecce calcio, ritorna in giallorosso Andrea Rispoli

Lecce calcio, ritorna in giallorosso Andrea Rispoli

 
L'ok della commissione
Lecce, il Via del Mare è agibile per la Tim Cup

Lecce, il Via del Mare è agibile per la Tim Cup

 
L'intervista
«Voglio il Lecce in salvo»: parla il presidente Sticchi Damiani

«Voglio il Lecce in salvo»: parla il presidente Sticchi Damiani

 
Serie A
Lecce calcio, in prestito dal Sassuolo arriva Dall'Orco

Lecce calcio, in prestito dal Sassuolo arriva Dall'Orco

 
Serie A
Calcio Lecce, Liverani: «Stiamo facendo un buon lavoro»

Calcio Lecce, Liverani: «Stiamo facendo un buon lavoro»

 
Calciomercato
Lecce: l'affare Babacar si complica, Sassuolo batte altre strade

Lecce: l'affare Babacar si complica, Sassuolo batte altre strade

 
Calciomercato
Lecce, pressing sul Sassuolo per Babacar, Dell'Orco e Goldaniga

Lecce, pressing sul Sassuolo per Babacar, Dell'Orco e Goldaniga

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Serie B

Lecce calcio, l’ariete è pronto a sfondare: «Contate su di me»

«Mirino puntato sul Verona»

Lecce calcio, L’ariete è pronto a sfondare: «Contate su di me»

Palombi (Lecce)

LECCE - Uno stacco imperioso tra i difensori avversari e pallone in rete senza lasciare scampo al portiere. Il primo gol giallorosso di Andrea La Mantia, nato da un calcio d’angolo, ha spianato la strada alla vittoria per 3-0 di mercoledì scorso a Livorno. E ha dimostrato che l’investimento più oneroso della campagna acquisti giallorossa è in grado di mantenere le attese.
Al «Picchi», l’ariete romano (è alto 1,90) ha realizzato un gol da vero attaccante d’area di rigore. Alla sua prima da titolare con la nuova maglia. Il lungo tira e molla con l’Entella, prima della conclusione della trattativa, ha rallentato il suo percorso verso la forma migliore. Sabato, contro il Cittadella, era di nuovo in campo tra gli undici d’inizio gara. Non ha segnato ma è stato prezioso lavorando per i compagni: sportellate con tutti, punto di riferimento per far salire la squadra e sacrificio anche in difesa. Insomma, ha mostrato tutto ciò che lo rende unico per caratteristiche nel parco attaccanti a disposizione di Liverani. La ragione per cui è approdato nel Salento.
Rotto il ghiaccio, il ventisettenne può solo migliorare. «A Livorno mi sono sbloccato, ma sono contento anche per aver messo minuti preziosi nelle gambe nelle due ultime partite», sottolinea La Mantia, 12 gol l’anno scorso in forza alla squadra ligure. Ora l’obiettivo è affinare l’intesa con i compagni di reparto e raggiungere il top della forma. «Qui ci sono tutti attaccanti forti, e con gente che dà del tu al pallone è più facile capirsi». Il «lavoro sporco» fatto contro l’Entella non gli pesa. «Giocando con due punte e un trequartista, e con Palombi bravissimo ad attaccare la profondità, era giusto che fossi io ad abbassarmi più spesso. In un campionato così difficile, sacrificarsi è normale anche per gli attaccanti, del resto l’ho sempre fatto».
E non importa se poi giocare lontano dalla porta avversaria comporta meno possibilità di andare a rete, specie se subentra la stanchezza. «Quando la condizione sarà ottimale - spiega - avrò anche la forza per ripartire e andare a colpire davanti».
Il bilancio del trittico di gare in una settimana lo soddisfa. «Alla vigilia avremmo messo la firma per conquistare sette punti», rimarca La Mantia. Certo, essere stati raggiunti dal Cittadella dopo il vantaggio, un po’ di amaro in bocca lo ha lasciato. «Sì, per come si era messa la partita potevamo chiudere il ciclo con 9 punti. Ma l’avversario era tra i più ostici, il pareggio finale è giusto. In serie B è fondamentale muovere la classifica e ci siamo riusciti».
La prossima sfida, anch’essa ravvicinata, attende il Lecce venerdì sera sul campo della capolista Verona. «Al Bentegodi ci ho giocato solo una volta, due anni fa, perdendo per 1-0 - ricorda La Mantia - è un campo storico e bellissimo e questo rende la partita ancor più affascinante».
Il Verona è reduce dal ko di Salerno. «Nessun contraccolpo, saranno ancora più determinati a riscattarsi - osserva il bomber - il Verona è una grande squadra, obbligata a vincere sempre. Ma in serie B non c’è mai nulla di scontatop. Andremo al Bentegodi con la nostra filosofia di gioco e con l’obiettivo di conquistare punti importanti».
vigorito e petriccione nel gruppoBuone nuove dalla seduta di allenamento di ieri pomeriggio al Via del Mare. Il portiere Vigorito e il centrocampista Petriccione si sono allenati regolarmente. Salvo intoppi, a Verona saranno disponibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie