Martedì 18 Dicembre 2018 | 13:40

NEWS DALLA SEZIONE

SERIE B
Le due facce del LecceBrescia tappa di crescita

Le due facce del Lecce
Brescia tappa di crescita

 
Serie B
Lecce perde a Brescia 2-1 dopo ribaltone al 91esimo

Lecce perde a Brescia 2-1 dopo ribaltone al 91esimo

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani a Brescia: «Gara dura e piena d'insidie»

Calcio Lecce, Liverani a Brescia: «Gara dura e piena d'insidie»

 
SERIE D
Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

Ardito gioca Brescia-Lecce: «Una partita da tripla»

 
Lecce
Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

 
Serie B
Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

 
Sabato contro il Perugia
Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

 
L'intervista
Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

 
Carpi-Lecce 0-1
Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

 
La decisione
Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

 

Serie B

«È un Lecce brillante», l'intervista all'ex allenatore Toma

«Può disputare un grande torneo, vanno corrette le 'apnee' difensive»

lecce calcio

«Il Lecce che è stato costruito mi piace moltissimo. Gioca un ottimo calcio, diverte e può disputare un grande campionato. Peccato che, a causa di alcune “apnee” difensive, siano stati gettati al vento quattro punti che erano praticamente in cassaforte e con i quali oggi i giallorossi sarebbero a punteggio pieno al vertice della classifica. Mi aspetto che facciano bene anche ad Ascoli». Antonio Toma, ex allenatore della formazione salentina nella seconda parte della stagione 2012/2013, in Lega Pro, ha visto all’opera Andrea Arrigoni e compagni nelle due gare che hanno pareggiato con il Benevento e con la Salernitana ed esprime un giudizio in gran parte lusinghiero sulle prestazioni che hanno sfoderato contro le due compagini campane, aggiungendo la convinzione che la squadra diretta da Fabio Liverani abbia i numeri per regalare delle belle soddisfazioni alla piazza.
«A Benevento, i giallorossi hanno dimostrato immediatamente un atteggiamento fantastico - sostiene Toma - Hanno giostrato con buone geometrie, palla a terra, cercando sempre di amministrarla senza gettarla. Insomma, un Lecce, bello, ma anche efficace, capace di segnare tre gol e di mettere in ginocchio una delle grandi favorite per la promozione. Poi è accaduto quanto nessuno si sarebbe aspettato ed a mio parere tutto è dipeso dall’uscita di Falco. Finché è stato in campo, ha creato puntualmente lo scompiglio nella metà campo avversaria, agendo tra le linee ed intercettando le seconde palle. I difensori non riuscivano ad “uscire” per limitarlo, mentre i centrocampisti non ce la facevano a tamponare le sue sortite. La sostituzione del fantasista tarantino ha cambiato l’inerzia del match, ridando fiato ai sanniti, che erano in balia del complesso salentino e che invece hanno ritrovato convinzione, tanto da riequilibrare le sorti della contesa».
Anche nella gara con la Salernitana, al Via del Mare, si è ammirato un buon Lecce. «C’è stato il medesimo copione - conferma Antonio Toma - Squadra corta, capace di amministrare il gioco, dando a tratti spettacolo. Giro palla mai lezioso, capacità di offendere ed anche di interdire, tanto da indurre i rivali ad affidarsi solo ai lanci lunghi. Poi, prima sull’1-0 e poi sul 2-1, è mancato qualcosa a livello difensivo, nel posizionamento sull’uomo all’interno dell’area, nella capacità di guardare sia la palla che il rivale da marcare onde anticiparlo, nell’uscita su chi ha effettuato il cross. Insomma, errori sui quali bisognerà lavorare per fare in modo che non si ripetano, in quanto nel campionato di serie B se si commettono tre sbagli c’è da stare certi che si viene puniti due volte. Ma Liverani è preparato e non ha certo bisogno di consigli. Sa bene su cosa insistere in allenamento».
«La formazione giallorossa - conclude l’ex trainer del Lecce - è molto bene attrezzata. I calciatori sin qui utilizzati sono di indubbia caratura, sia sul piano della qualità che su quello agonistico e temperamentale. Inoltre, la rosa dispone di valide alternative in tutti i ruoli, aspetto fondamentale in un torneo difficile ed equilibrato come quello cadetto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400