Lunedì 25 Marzo 2019 | 12:36

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Calcio, Lecce show al Via del Mare: batte 7-0 l'Ascoli

Calcio, Lecce show al Via del Mare: batte 7-0 l'Ascoli

 
Serie B
Lecce, Liverani: «Con l'Ascoli opportunità ghiotta»

Lecce, Liverani: «Con l'Ascoli opportunità ghiotta»

 
Serie B
Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

Lecce, ecco tre partite per l’assalto alla «zona A»

 
Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BariVandali all'opera
Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

 
MateraIl caso
Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

 
TarantoIl regolamento
Taranto, «Le auto dentro il cimitero? Devono esserci più controlli»

Taranto, «Le auto dentro il cimitero? Devono esserci più controlli»

 
LecceA Casarano
Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

 
PotenzaI risultati
Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 
BatLa denuncia
Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

 

Lunedì sera il match

Benevento favorito, ma il Lecce può stupire

L'opinione dell'ex centrale giallorosso Giuseppe Abruzzese

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

Il tecnico del Lecce Fabio Liverani

«Nelle recenti stagioni, nelle quali le due squadre si sono affrontate in Lega Pro, le sfide tra Lecce e Benevento, sia quelle disputate al Via del Mare che quelle giocate al “Ciro Vigorito”, sono sempre state avvincenti, perché i due club hanno puntualmente allestito degli organici di alto livello per la categoria, che ambivano al vertice della classifica. Mi è sempre piaciuto scendere in campo contro la compagine sannita, in quanto le partite, sia quelle interne che quelle esterne, hanno avuto tutte le volte una gran bella cornice di pubblico. Sono convinto che sarà così anche lunedì prossimo, quando le due formazioni si troveranno faccia a faccia nella prima giornata di serie B».
Non ha dubbi Giuseppe Abruzzese, ex centrale difensivo del Lecce dal 2002 al 2006 (64 presenze e 2 gol) e nel 2014/2015 e nel 2015/2016 (65 presenze e 4 reti), attualmente in forza all’Audace Cerignola, team che milita in serie D. «Il Benevento si è cimentato per la prima volta nella propria storia in serie A, nella passata stagione - afferma Abruzzese - ed è una bella realtà del calcio italiano, proprio come quello salentino. Il presidente Vigorito vuole riportare immediatamente la sua squadra nella massima serie, come sempre accade ai club retrocessi. Pertanto, ha allestito un grande organico. Il Lecce, però, ha carte importanti da giocare perché ha portato a termine una campagna acquisti molto accorta, inserendo in rosa calciatori che conoscono bene la B perché ci militano da diverse annate agonistiche. Alcuni l’hanno anche vinta. Inoltre, sono stati ingaggiati anche dei giovani di spicco per la cadetteria, che cercano la definitiva consacrazione. A mio parere si tratta di un mix molto interessante, che regalerà alla piazza buoni frutti. Penso che l’undici diretto da Liverani, alla lunga, si classificherà entro i primi sette-otto posti della graduatoria finale».
Secondo Abruzzese, il match del “Ciro Vigorito” è tutt’altro che segnato. «Al Benevento va concessa qualche chance in più in sede di pronostici, per la caratura della propria rosa e perché giocherà in casa, circostanza che costituisce sempre un vantaggio - nota il difensore di Andria, classe ‘81 - ma ritengo il confronto apertissimo a qualunque risultato, come del resto accade sempre in serie B, un campionato nel quale regna l’equilibrio. Nel Salento, tra l’altro, c’è tanto entusiasmo dopo la promozione in B inseguita per sei stagioni e finalmente centrata. I tifosi giallorossi seguiranno la squadra in gran numero».
Al “Ciro Vigorito”, con la casacca del Lecce, Abruzzese ha anche segnato. «È accaduto nell’annata 2014/2015, nella quale ci siamo imposti per 2-1 - rammenta l’ex giallorosso - Il primo gol è stato messo a segno da Salvi ed il secondo l’ho firmato io. Poi i sanniti hanno ridotto le distanze sul finire della contesa. Un altro bel ricordo legato ai match contro il Benevento si riferisce alla stagione 2013/2014, quando al “Vigorito” abbiamo pareggiato per 1-1, nella semifinale di andata dei playoff, gettando le basi per la qualificazione alla finalissima».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400