Giovedì 06 Agosto 2020 | 23:32

Il Biancorosso

SERIE C
Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

 
BatI fondi
Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

 
Bari15° anniversario
Bari, Disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

Bari, disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
LecceLa storia
Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

 
PotenzaLA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
FoggiaLA PROTESTA
Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

 
BrindisiI DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 

i più letti

Serie B

Busellato tiene su il Foggia: «Adrenalina ai livelli massimi, che voglia di giocare»

Due settimane senza punti in palio, troppo per una squadra che non vede l’ora di abbandonare le zone basse

Busellato tiene su il Foggia: «Adrenalina ai livelli massimi, che voglia di giocare»

FOGGIA - «Voglia di riprendere a giocare, fame di scalare la classifica». Massimiliano Busellato mette a fuoco stato d’animo e obiettivi del Foggia, che si appresta a tornare in campo dopo due weekend consecutivi senza gare ufficiali. «Non vediamo l’ora di ricominciare, di affrontare questa trasferta di La Spezia - racconta il centrocampista rossonero -. Ci manca l’adrenalina che il campo e la partita ti danno. Abbiamo lavorato con impegno durante la pausa, ci auguriamo che il nostro campionato riparta in maniera positiva. Domenica scopriremo se e quanto siamo migliorati». Dopo una sconfitta e tre pareggi consecutivi, la formazione allenata da Grassadonia punta al risultato pieno per rilanciarsi. «Siamo una buona squadra, che può fare un bel campionato e di questo ne siamo consapevoli – afferma la mezz’ala ex Cittadella, Ternana, Salernitana e Bari -. Ma bisogna anche guardare in faccia la realtà: siamo terz’ultimi, in zona-retrocessione per via della penalità. Perciò ora dobbiamo concentrarci su questo e cercare di allontanarci il prima possibile dalle retrovie».

La Serie B riparte, per il Foggia, dalla Liguria. Dopodomani, alle 15, il duro confronto sul terreno dei bianchi. «Ho visto la loro gara casalinga di domenica scorsa contro il Benevento e mi hanno impressionato per come hanno giocato e per la capacità che hanno avuto di imporsi su una grande squadra quale è quella sannita - dichiara il mediano veneto, classe ‘93 -. Lo Spezia è una formazione costruita per fare un ottimo campionato, ha il morale alto e forse in questo momento ha più ritmo-partita di noi. Proveremo a metterli in difficoltà. Durante la sosta abbiamo svolto un richiamo di preparazione, lavorando inizialmente sulle lunghe distanze e poi sull’intensità. Abbiamo provato anche nuove soluzioni tattiche (ieri test a porte chiuse, allo “Zaccheria”, con la Primavera, ndc). Deciderà il mister se cambiare modulo o meno. Al di là di questi aspetti, conta la fame di vittorie con cui si va in campo: in un torneo livellato come la B, e ancora più competitivo quest’anno per via del nuovo format a 19 squadre, sono gli stimoli a fare la differenza». Venticinque anni, nato a Bassano del Grappa, Busellato è alla prima stagione in rossonero e finora ha collezionato 7 presenze in questo campionato: «Un’esperienza positiva - dice -, non mi pongo limiti e lavoro quotidianamente per migliorare, cercando di dare il meglio, consapevole che in alcuni incontri e momenti della stagione ci si riesce a pieno e in altri meno». Intanto, al “Picco” il Foggia non sarà solo: attesi almeno mille supporter rossoneri. «Sembra diventato normale per noi avere tutta questa gente al seguito in trasferta, ma non lo è - sottolinea il centrocampista dei “Satanelli” -. È quasi come giocare in casa. Ci dà calore e spinta. Speriamo che sia una bella domenica per noi e i nostri tifosi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie