Lunedì 20 Gennaio 2020 | 15:08

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baririciclaggio
Ecco come la criminalità cinese «lava» il denaro sporco

Ecco come la criminalità cinese «lava» il denaro sporco nel Barese

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
LecceGiustizia
Lecce, distretto Corte d'Appello: in arrivo 12 magistrati

Lecce, distretto Corte d'Appello: in arrivo 12 magistrati

 
TarantoLa denuncia
Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

 
HomeLa decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: tre persone fermate e perquisizioni in città

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Serie B

Foggia pazzo: l'’equilibrio diventa una priorità

Ultimo in Serie B per gol subiti (20 reti al passivo), il Foggia però è anche la squadra che nel torneo cadetto fino a questo momento ha segnato di più

Calcio, il Palermo sconfigge il Foggia 2-1

FOGGIA -  Ultimo in Serie B per gol subiti (20 reti al passivo), il Foggia però è anche la squadra che nel torneo cadetto fino a questo momento ha segnato di più, insieme ad altre due formazioni: 19 centri nelle prime 11 giornate, come la capolista Pescara e il Lecce. Con i rossoneri in campo, non ci si annoia mai: emozioni e reti a raffica. E l’undici di Grassadonia detiene anche un altro primato relativo alla produzione offensiva: oltre ad essere una fabbrica di reti, è una cooperativa del gol; non ha un bomber che svetta nella classifica dei marcatori, ma più calciatori che hanno dimostrato di saper trovare la via della rete. Difensori, centrocampisti e attaccanti. In questo primo segmento del campionato, il Foggia ha segnato con 10 giocatori diversi. Come Palermo e Benevento, due delle formazioni partite con l’obiettivo di conquistare la promozione in A.

Il miglior marcatore dei «Satanelli», fino a questo momento, è stato Kragl, che ha firmato 3 reti, tutte su calcio di punizione, specialità del centrocampista esterno tedesco: in casa al Palermo e al Padova; in trasferta al Benevento. A quota 2 gol i centrali Camporese e Tonucci, i centrocampisti Gerbo e Deli e gli attaccanti Cicerelli, Galano e Mazzeo, quest’ultimo tornato a segnare nella partita casalinga di sabato scorso contro il Brescia, dopo un digiuno lungo due mesi. Infine, 1 gol ciascuno per il difensore Loiacono e il trequartista Chiaretti.
Dieci marcatori diversi, un dato che sale a undici se si include la partita di inizio stagione contro il Catania (Coppa Italia, persa 1-3), in cui a segnare fu il centravanti scuola Fiorentina Gori.

Nei primi undici turni del campionato di B, il Foggia ha sviluppato, numeri alla mano, una produzione offensiva notevole, variando sia i marcatori che il modo di far gol: ha segnato sfruttando il gioco aereo e le palle inattive, così come ha saputo trovare la strada per centrare la porta in contropiede oppure attraverso azioni manovrate, e, come accaduto di frequente, attraverso conclusioni dalla media e lunga distanza, a conclusione di micidiali ripartenze o di azioni elaborate che hanno liberato al tiro difensori, centrocampisti, attaccanti: è il caso, ad esempio, delle reti realizzate – tutte da fuori area - da Loiacono e Cicerelli allo “Zaccheria” contro il Carpi, ancora in casa da Cicerelli contro il Padova, Deli contro l’Ascoli, Deli e Tonucci nel derby col Lecce, Gerbo nel match col Brescia, infine da Chiaretti in trasferta, a Cittadella.

Ora il Foggia attende anche i gol di Pietro Iemmello, che ha ripreso a calcare i campi dopo 5 mesi di inattività e ha sfiorato la rete nei due spezzoni di partita consecutivi disputati a Cittadella e poi in casa nel confronto con il Brescia. Ieri pomeriggio, nel frattempo, dopo due giorni di pausa, i rossoneri hanno ripreso gli allenamenti, con una seduta a porte chiuse al campo sportivo dell’aeroporto militare di Amendola, dove Agnelli e compagni si alleneranno anche oggi e domani. Nel prossimo fine settimana, la squadra di Grassadonia osserverà il turno di riposo, poi si fermerà, come tutte le altre della B, per la sosta legata agli impegni delle Nazionali. Ieri pomeriggio, prima dell’allenamento, una delegazione del club rossonero composta, fra gli altri, da Zambelli e Agnelli, ha partecipato, nel carcere di Foggia, alla manifestazione di chiusura di un torneo di calcetto intitolato «Sportivamente» e dedicato ai detenuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie