Sabato 19 Gennaio 2019 | 10:56

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Calciomercato, Foggia: difesa da saldare, Spolli in pole

Calciomercato, Foggia: difesa da saldare, Spolli in pole

 
Calciomercato
Foggia, in arrivo il portiere Frattali dal Parma

Foggia, in arrivo il portiere Frattali dal Parma

 
Serie B
Foggia calcio, Leali, Frattali e Milinkovic-Savic: si apre la caccia al «numero uno»

Foggia calcio, Leali, Frattali e Milinkovic-Savic: si apre la caccia al «numero uno»

 
Serie B
Calcio, il Foggia pareggia con il Verona: 2-2

Calcio, il Foggia pareggia con il Verona: 2-2

 
Serie B
Perugia - Foggia 3-0, amara fine dell'anno per i rossoneri

Perugia - Foggia 3-0, amara fine dell'anno per i rossoneri

 
Serie B
Il Foggia cerca riscatto Perugia tappa delicata

Il Foggia cerca riscatto Perugia tappa delicata

 
In trasferta
Il Foggia perde contro la Salernitana: finisce 1-0

Il Foggia perde contro la Salernitana: finisce 1-0

 
Serie B
Il Foggia riparte, emozione Padalino

Il Foggia riparte, emozione Padalino

 

In campo alle 15

Foggia ci riprova, con il Brescia
serve tanta qualità

Foggia ci riprova, con il Bresciaserve tanta qualità

L'ex Zambelli

Un test complicato, prima di una lunga pausa. A quattro giorni dal pareggio di Cittadella, il Foggia torna oggi in campo per affrontare il Brescia (calcio d’inizio alle 15). Allo «Zaccheria» arriva una delle squadre più in forma della B: in serie positiva da sette turni (quattro pari e tre vittorie, non perde da due mesi), imbattuta con Corini in panchina e più fresca avendo riposato nel turno infrasettimanale.

«Incrociamo una formazione in piena salute, che ha qualità, esperienza, dinamismo - riconosce il tecnico dei rossoneri, Gianluca Grassadonia -. Un club che ha calciatori di notevole spessore ed esperienza come ad esempio Tremolada, Morosini, Spalek, Torregrossa, Donnarumma, ma anche giovani di grande talento, Tonali su tutti. Dobbiamo provare a centrare questa partita: vuol dire fare una buona prestazione e cercare di vincere, per poi poter sfruttare al meglio la sosta». Venti giorni senza partite ufficiali, dopo il match odierno: il Foggia dovrà fermarsi per osservare il turno di riposo e poi per la pausa legata agli impegni delle Nazionali.

«Sarà per noi quasi un nuovo ritiro, che cercheremo di utilizzare per introdurre qualcosa di nuovo a livello tattico, come ad esempio la difesa a quattro, e portare in condizione Iemmello, che a Cittadella ha avuto spazio nel finale e ci auguriamo possa tornare a giocare, dopo la sosta, dal primo minuto», spiega Grassadonia. Da fine novembre, il Foggia potrebbe dunque adottare un sistema di gioco più offensivo: 4-3-3, o un modulo simile.

Intanto c’è da pensare al Brescia, che sbarca in Capitanata senza gli infortunati Lancini e Dall’Oglio ma recupera Alfonso, Gastaldello e Donnarumma, capocannoniere del campionato. Quattro gli ex: da una parte Romagnoli e Curcio; dall’altra Tonucci e Zambelli, che dovrebbe tornare titolare. «Marco giocherà - assicura l’allenatore del Foggia -. A Cittadella ho fatto un po’ di turnover e tutti si sono fatti trovare pronti. Questo è un gruppo di grande spessore, che sta facendo molto bene nonostante le difficoltà legate alla penalizzazione e ad alcuni infortuni, e deve continuare a crescere, in particolare per quanto riguarda attenzione, concentrazione e malizia».

Attesi circa 10mila spettatori sugli spalti, di cui oltre un centinaio di bresciani nel settore ospiti. Nel ‘94, in A, l’ultimo successo casalingo del Foggia contro i lombardi. Biancazzurri poi vittoriosi nelle tre sfide successive, tutte in B: 0-5 nella stagione 95/96, 1-2 nel campionato 96/97, 1-2 anche nel torneo scorso, a febbraio.

LE PROBABILI FORMAZIONI
FOGGIA (3-5-1-1): 1 Bizzarri; 14 L. Martinelli, 31 Camporese, 3 Ranieri; 13 Zambelli, 30 Busellato, 8 Carraro, 10 Deli, 11 Kragl; 18 Galano; 19 Mazzeo. A disp.: 22 Noppert, 5 Tonucci, 27 Boldor, 6 Loiacono, 25 Gerbo, 4 Agnelli, 29 Ramé, 26 Rizzo, 17 Cicerelli, 20 Chiaretti, 32 Gori, 9 Iemmello. All. Grassadonia.
BRESCIA (4-3-1-2): 1 Alfonso; 2 Sabelli, 18 Romagnoli, 5 Gastaldello, 16 Curcio; 25 Bisoli, 4 Tonali, 6 Ndoj; 32 Tremolada, 11 Torregrossa, 9 Donnarumma. A disp.: 22 Andrenacci, 3 Mateju, 15 Cistana, 31 Carillo, 8 A. Martinelli, 23 Morosini, 7 Spalek, 21 Cortesi. All. Corini.
ARBITRO: Marini di Roma 1 (assistenti Capalbo di Napoli e Capone di Palermo, quarto uomo Acanfora di Castellammare di Stabia).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400