Domenica 21 Aprile 2019 | 12:46

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Il Foggia deve rifare i conti ma non si può più sbagliare

Il Foggia deve rifare i conti ma non si può più sbagliare

 
Serie B
Calcio, il Venezia batte il Foggia: 1-0

Calcio, il Venezia batte al '34 il Foggia: 1-0

 
Serie B
Kragl a testa alta: «C’è un’aria diversa»

Kragl a testa alta: «C’è un’aria diversa»

 
Serie B
Foggia vince in casa con Spezia grazie a gol Iemmello

Foggia vince in casa con Spezia grazie a gol di Iemmello FOTO

 
Serie B
Foggia, ricorso contro riduzione penalizzazione 6 punti

Foggia, ricorso contro riduzione penalizzazione 6 punti

 
Serie B
Galano si mette il Foggia sulle spalle: «Niente paura, siamo arrabbiati»

Galano si mette il Foggia sulle spalle: «Niente paura, siamo arrabbiati»

 
Già sottoposti al Daspo
Ultras Brescia aggrediscono tifoso Foggia: arrestati

Ultras Brescia aggrediscono tifosi Foggia: arrestati
Partita finita 2-1 per i lombardi

 
Gol di Galano
Il Foggia si fa rimontare a Brescia: finisce 2-1

Il Foggia si fa rimontare a Brescia: finisce 2-1

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Serie B

Chiaretti, gol d’autore per il Foggia

«Ero convinto che a Cittadella avrei segnato. Una rete che dedico alla mia famiglia»

foggia calcio

FOGGIA - Si è sbloccato segnando un gol d’autore. Lucas Chiaretti ha lasciato la sua firma sull’1-1 del Foggia a Cittadella, primo pareggio in trasferta dei rossoneri in questo campionato dopo le sconfitte di Crotone e Pescara, la vittoria di Benevento e il k.o. di Cosenza. Alla vigilia di Halloween, il trequartista brasiliano ha riservato uno scherzetto alla sua ex squadra: uno splendido tiro mancino a due passi dal limite dell’area, a disegnare un arcobaleno; palla quasi nel «sette» alla sinistra di Paleari, dove il numero uno granata non poteva arrivarci. «Ero convinto che al “Tombolato” avrei segnato, me lo sentivo - racconta il 31enne fantasista sudamericano, tornato titolare dopo più di un mese e applaudito dai suoi ex tifosi al momento della sostituzione -. Ci tenevo a far bella figura. È stata una gara speciale per me, vissuta con tanta emozione. A Cittadella ho passato tre anni meravigliosi: ho dato e ricevuto tanto; resteranno l’amicizia e i ricordi, oltre ai traguardi conquistati insieme.

Ora però guardo avanti, alla mia nuova esperienza col Foggia. Sono felice di aver fatto gol, lo dedico alla mia famiglia, che è in Brasile, in particolare a mio padre, figura fondamentale per me. Dispiace che ci sia sfuggita la vittoria. Avremmo potuto portare a casa i tre punti, per come si era messa la partita. Tutto sommato, comunque, reputo il pari un risultato giusto».
Rossoneri raggiunti pochi minuti dopo il gol del vantaggio: per i veneti a segno il capitano Iori. «Dobbiamo crescere nel tenere alta la concentrazione per l’intera gara - sostiene l’ex granata -. Abbiamo subito parecchi gol evitabili, ma l’importante è creare azioni da rete e segnare, come stiamo facendo. Quanto a me, non avevo i 90 minuti nelle gambe però credo di aver dato un buon contributo. Siamo una squadra forte, un gruppo in cui tutti si mettono in discussione e a disposizione, e il mister sta gestendo bene le energie, dando spazio a tutti. Abbiamo giocato a viso aperto e creato difficoltà, in trasferta, al Cittadella, che ha la migliore difesa del torneo: una squadra rodata da anni, organizzata, attrezzata, che può lottare per vincere il campionato.

Siamo usciti a testa alta dal loro stadio. Dobbiamo essere soddisfatti di questo». All’orizzonte un’altra sfida impegnativa, sabato prossimo in casa, alle 15, contro il Brescia. «Gara tosta, ma dopo una sconfitta e due pareggi è l’ora di tornare a vincere - conclude Chiaretti -. Intanto, grazie ai nostri tifosi per il supporto che ci hanno dato a Cittadella: erano in 800, di martedì sera. Straordinari. Abbiamo bisogno di loro, il campionato è lungo: dobbiamo stare sempre uniti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400