Martedì 20 Novembre 2018 | 06:23

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Ricorso accolto, Foggia tira il fiato e spera di riottenere da 2 a 4 punti

Ricorso accolto, Foggia tira il fiato
e spera di riottenere da 2 a 4 punti

 
Serie B
Iemmello riabbraccia il Foggia: «Qui mi fanno sentire a casa»

Iemmello riabbraccia il Foggia: «Qui mi fanno sentire a casa»

 
Serie B
Foggia calcio, la lunga attesa e il gol ritrovato: «Lo aspettavo»

Foggia calcio, la lunga attesa e il gol ritrovato: «Lo aspettavo»

 
Serie B
Foggia pazzo: l'’equilibrio diventa una priorità

Foggia pazzo: l'’equilibrio diventa una priorità

 
Serie B
Calcio, il Foggia pareggia col Brescia: 2-2

Calcio, il Foggia pareggia col Brescia: 2-2

 
In campo alle 15
Foggia ci riprova, con il Bresciaserve tanta qualità

Foggia ci riprova, con il Brescia
serve tanta qualità

 
Serie B
Foggiacalcio, C’è baby Ranieri che si fa largo: «Felice di piacere»

Foggiacalcio, c’è baby Ranieri che si fa largo: «Felice di piacere»

 
Serie B
Chiaretti, gol d’autore per il Foggia

Chiaretti, gol d’autore per il Foggia

 
il turno infrasettimanale
Foggia danza sulle punteChiaretti la mina vagante

Foggia fa passi avanti ma il pari in Veneto sta stretto ai pugliesi

 
Serie B
Il Foggia guadagna un puntoprezioso col Cittadella (1-1)

Il Foggia guadagna un punto
prezioso col Cittadella (1-1)

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Serie B

Calcio, il Foggia dura un tempo: Palermo fa il ribaltone 2-1

Kragl illude i rossoneri. Nel secondo tempo i siciliani sono padron. Le reti: al 37' di Kragl; al 9' di Salvi e al 17' di Trajkovsky

Calcio, il Palermo sconfigge il Foggia 2-1

FOGGIA - Tedino salva la sua panchina, forse Grassadonia comincia a sentirla meno sicura, anche se le attenuanti non mancano, ma alla terza di campionato ci si attendeva qualcosa di più sul piano delle prestazioni. Il Palermo passa grazie ad una gara più convincente nella ripresa, complice anche un vistoso calo fisico dei rossoneri.
Grassadonia ritrova Zambelli e Deli, recuperati dopo gli infortuni. In attacco Mazzeo è l'unica punta. Difesa a tre e centrocampo con Agnelli al debutto stagionale interno. Carraro è confermato nel ruolo di play. Certo, il tecnico foggiano deve comunque sempre fare i conti con il lungo elenco di infortunati (Iemmello, Rizzo e Busellato) e squalificati (Galano) e in campo si vede. Palermo con la formazione annunciata: debutta il difensore Pirrello che prende il posto dell'infortunato Struna fermo ai box al pari degli indisponibili Chochev e Rispoli. Nestorovsky va in panchina. Tedino si affida a Puscas in attacco.
La squadra di Tedino, speculare a quella di Grassadonia sul piano tattico, prende subito l'iniziativa e nei primi minuti mette alle corde un Foggia che, tuttavia, non si disunisce rimanendo abbastanza compatto. La pressione dei rosanero è tuttavia sintetizzata da un tiro di Falletti deviato da Bizzarri. Per il resto molto movimento e poche conclusioni da parte dei siciliani. Di contro il Foggia ha il merito di recuperare spazi tra le maglie rosanero grazie alle incursioni di Deli e Chiaretti. Ed in effetti la squadra di Grassadonia cresce alla distanza e si fa pericolosa: due volte con Zambelli e poi con Kragl (mezzo miracolo di Brignoli che devia in angolo). Tuttavia il portiere siciliano può fare poco su una conclusione su punizione del tedesco che, dai 35 metri, porta in vantaggio i padroni di casa. Un gol ed un vantaggio sostanzialmente meritato per quanto visto in campo.
Ripresa da dimenticare con il Foggia che appare meno compatto e determinato. La squadra di Grassadonia lascia spazio ed iniziativa ad un Palermo più deciso. I siciliani riescono a riequilibrare il risultato con Salvi che, di testa, devia quel che basta per beffare Bizzari su punizione di Trajkovsky. Il macedone è protagonista della riscossa della squadra di Tedino che mette alle corde un Foggia che non trova le misure. Così dopo aver collezionato tre calci d'angolo nel giro di pochi i siciliani firmano il ribaltone proprio con il macedone bravo a trovare l'angolo complice una difesa troppo attendista.
Non c'è reazione, anzi, il Palermo tiene il controllo della partita così Grassadonia comincia a cambiare qualcosa: rafforza prima il reparto d'attacco inserendo Gori per Chiaretti e poi sulla fascia esterna con Cicerelli per Zambelli. I cambi sembrano scuotere il Foggia che sfiora il pareggio con un delizioso pallonetto di Deli salvato in angolo da Brignoli. Ma nulla di più. Il Palermo trova praterie, il Foggia appare stanco e disordinato. C’è ancora tanto da lavorare, ma servono anche i punti. E subito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400