Giovedì 23 Gennaio 2020 | 08:25

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari, gol di Simeri porta biancorossi a meno 6 dalla capolista
Bari-Sicula Leonzio 1-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'incidente nel 2008
Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

 
BariDelitto Sciannimanico
Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

 
FoggiaIl Riesame
Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

 
BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

Foggia

Rossoneri, stasera contro il Crotone torna Mazzeo dal 1'

Grassadonia: «Ora continuità. Non dobbiamo sbagliare l'approccio alla gara»

stadio foggia

Il primo viaggio della stagione è un appuntamento col passato. Oggi, in Calabria, il Foggia sfida il Crotoneguidato dall’ex tecnico rossonero Giovanni Stroppa. Squadre in campo alle 21, il calendario sottopone la formazione dauna ad un esame dall’alto coefficiente di difficoltà. Archiviato il successo casalingo di domenica scorsa contro il Carpi, i «Satanelli» affrontano una delle retrocesse dalla A, che punta all’immediato ritorno nella massima serie.
«È una partita di cartello, al di là della classifica che al momento ci vede ultimi, con 5 punti di penalizzazione da recuperare - sostiene l’allenatore del Foggia, Gianluca Grassadonia -. Gara bella da giocare. Affrontiamo una squadra forte, che ha tanti calciatori di grande qualità, è ben messa fisicamente e abile sulle palle inattive, ha personalità, è arrabbiata avendo perso domenica scorsa a Cittadella, e ci tiene a fare bene nel suo primo incontro interno di questo campionato. Non dobbiamo sbagliare l’approccio alla gara. Partita molto difficile, da interpretare con intensità e cattiveria agonistica. Arriviamo bene a questa sfida, al termine di una buona settimana di lavoro - continua il tecnico -. Abbiamo ancora alcune defezioni, ma, mettendo in pratica quello che abbiamo provato in settimana, possiamo dire la nostra e fare bella figura. Stroppa? Fa piacere rincontrarlo: ha lasciato un bel ricordo a Foggia, è entrato nella storia del club ed è una persona per bene, un gran lavoratore. Sono certo che farà cose egregie anche al Crotone, spero a partire dalla gara successiva a questa».
Tra i rossoblù indisponibili Vaisanen e Barberis, oltre allo squalificato Golemic. Out nel Foggia gli infortunati Zambelli, Busellato, Rizzo, Deli e Iemmello e gli squalificati Galano e Floriano. Tornano a disposizione Agnelli, Gerbo e Mazzeo, che hanno scontato le rispettive squalifiche. Partita preparata a porte chiuse per l’intera settimana. C’è curiosità in merito alle scelte tattiche e di formazione di Grassadonia, che non si sbilancia e risponde solo con un sorriso quando gli viene chiesto se c’è la possibilità che il Foggia cambi assetto difensivo optando per la difesa a 4: «Ho convocato 21 calciatori - riepiloga il tecnico -. Zambelli dovrebbe riaggregarsi al gruppo martedì prossimo. Per Rizzo occorrerà un po’ più di tempo. Hanno avuto entrambi problemi muscolari. Busellato si è fermato per un affaticamento. In compenso, rientrano alcuni degli squalificati. Mazzeo? È stato determinante nel Foggia, negli ultimi 2 anni, per gol realizzati. È un leader silenzioso, una freccia in più al nostro arco».
L’organico, intanto, è ormai quasi definito per intero. L’ultima operazione in uscita potrebbe essere quella inerente all’attaccante Floriano, richiesto dal nuovo Bari e vicino al trasferimento al club biancorosso. «Rubin è stato reintegrato - spiega Grassadonia -. Abbiamo parlato, ci siamo chiariti. Floriano? Siamo in tanti, è vero, ma lui ha dimostrato di poterci stare in questo gruppo e di poter fare la sua parte, essendo peraltro un giocatore duttile. Se resterà, per me sarà un piacere. Spetta a lui decidere il suo destino, se non l’ha già fatto. Col direttore Nember non abbiamo parlato di ulteriori innesti, pescando fra gli svincolati. Secondo me, siamo a posto così».
Nel Crotone tra gli ex rossoneri, oltre a Stroppa, ai suoi collaboratori tecnici Brescia e Guerra e ai preparatori atletici Mascheroni e Allevi, il centrocampista Molina. Dieci anni fa l’ultima sfida disputata dalle due formazioni in Calabria, in terza serie, vinta 1-0 dai padroni di casa. Attesi allo «Scida» poco più di trecento sostenitori del Foggia.
«Voglio vedere un Foggia aggressivo, compatto, corto - detta l’allenatore rossonero -. Intensità, concentrazione, attenzione, cura dei particolari. Senza questo e senza ardore, furore agonistico non si va lontano. Il mio Foggia deve essere compatto, avere uno spirito e un’anima. Se in campo mettiamo tutto ciò, sono disposto ad accettare qualsiasi risultato. Se giocheremo da Foggia, ci divertiremo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie